Crugnola imperiale a Roma. Suoi gara e titolo

Crugnola imperiale a Roma. Suoi gara e titolo

Il pilota varesino fa sua la manche del Campionato Europeo e vince il Tricolore con tre gare di anticipo. Nulla da fare per Basso

Daniele Sgorbini

30 luglio

Monumentali. Non ci sono altri aggettivi per descrivere la prova di Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto al Rally di Roma Capitale, gara valida sia per il Campionato Europeo sia per l'Italiano Assoluto, andata in scena da venerdì sera a oggi.

Il pilota Citroen è stato più che perfetto e ha sfruttato al meglio il primo match point a disposizione per chiudere – con netto anticipo – la corsa allo scudetto. Per vincere il suo secondo titolo Tricolore consecutivo, il terzo in carriera, Andrea avrebbe dovuto sommare due punti più degli avversari nella Power Stage di venerdì sera e poi vincere la gara intera (o almeno la classifica valida per l'Italiano). Crugnola lo ha fatto ed è andato anche oltre: venerdì sera è stato il più veloce nella suggestiva mini speciale a due passi dal Colosseo e poi nel rally vero è proprio è stato imprendibile.

Una prima tappa tutta all'attacco, nella quale ha costruito un buon vantaggio sul nostro Basso e sul francese Bonato, una seconda nella quale ha tenuto un buon ritmo, badando però anche a restare sufficientemente lontano dai guai. Una ricetta vincente, che gli ha permesso di centrare la sua prima vittoria assoluta al Rally di Roma, di ribadire una volta di più di essere tra i migliori al mondo sull'asfalto e soprattutto di cucirsi sulla tuta il terzo scudetto, dopo cinque vittorie in altrettante gare del Tricolore 2023.

Giandomenico Basso ci ha provato: con la Skoda Fabia RS, ultima nata tra le Rally 2, il pluricampione veneto ha fatto del suo meglio, ma non è bastato. Pur riuscendo a mettere in riga tutti gli abituali protagonisti della serie continentale, il ritmo di Basso non è stato sufficiente a mettere in crisi un Crugnola davvero stratosferico. Per Basso la consolazione del secondo posto assoluto, davanti ad Hayden Paddon, sempre più vicino al titolo Europeo. Quarto al traguardo di Fiuggi un Efren Llarena non particolarmente brillante, ma comunque capace di tenersi più lontano dai guai (leggasi forature) che hanno condizionato tanti avversari diretti.

La classifica finale dell'11. Rally di Roma Capitale: 1. Crugnola-Ometto (Citroen C3) in 1:52'35.293; 2. Basso-Granai (Skoda Fabia RS) a 23.062; 3. Paddon-Kennard (Hyundai i20 N) a 53.767; 4. Llarena-Fernandez (Skoda Fabia RS) a 1'54.503; 5. Avbelj-Andrejka (Skoda Fabia EVO) a 2'04.049; 6. Wagner-Winter (Skoda Fabia RS) a 2'06.108; 7. Csomos-Ban (Skoda Fabia EVO) a 2'12.323; 8. Bonato-Boulloud (Citroen C3) a 2'12.352; 9. Grzyb-Wrobel (Skoda Fabia EVO) a 2'13.400; 10. Mares-Bucha (Skoda Fabia EVO) a 3'47.072


  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi