Dopo la giornata di riposo, oggi domenica è ripresa la Dakar 2014 con una lunga tappa circolare di oltre 500 km con avvio e ritorno a Salta (mentre le moto sono andate fino a Uyuni in Bolivia). Per via della penalizzazione rimediata due tappe fa che li ha di fatto estromessi dalla lotta assoluta, Carlos Sainz e Nasser Al Attiyah puntano ora alle vittorie parziali “di bandiera” e così non stupisce trovarli proprio in quest’ordine davanti a tutti al traguardo della settima tappa. Lo spagnolo ha trovato piste favorevoli al suo buggy, mentre il pilota del Qatar ha pagato un piccolo errore di navigazione. Terzo si è classificato Stephane Peterhansel che cerca di risalire in graduatoria, e ha effettivamente guadagnato una posizione nonostante abbia spesso dovuto rallentare per via di mandrie di lama sul percorso (era il primo a passare), ma Nani Roma è arrivato alle sue spalle per un minuto e mezzo e dunque difende bene il suo primo posto in classifica generale. Anche perché sono finiti decisamente attardati invece gli altri contendenti Giniel De Villiers e Orlando Terranova, rispettivamente 8° e 9° a 16 e 18 minuti da Sainz, uno per forature e l'altro per errori di percorso (oltre a una penalizzazione di 15 minuti arrivata ieri per condotta antisportiva). Ma ancora peggio è andata a Robby Gordon che si è fermato pare per problemi tecnici al suo Hummer. Per quanto riguarda le auto, il percorso di oggi pari a 763 km complessivi (533 quelli cronometrati) ha visto quasi tutto fondo sterrato e roccioso, ma i più caratteristici sono stati indubbiamente quei chilometri (circa una ventina) sulle Salinas Grandes, quindi con superficie salata “tipo Bonneville” piatta e senza riferimenti (per quanto un po’ fangosa dopo le piogge). Il tutto con un’altitudine media di 3500 metri. La tappa di lunedì porterà invece a Calama in Cile: un totale di 812 km dei quali 302 “soltanto” di prova speciale. Classifica della settima tappa: 1. Sainz-Gottschalk (SGM) in 4.43’28”; 2. Al Attiyah-Cruz (Mini) a 4’45”; 3. Peterhansel-Cottret (Mini) a 7’26”; 4. Roma-Perin (Mini) a 8’56”; 5. Holowczyc-Zhiltsov (Mini) a 10’51”. Classifica generale: 1. Roma-Perin (Mini) in 27.03’52”; 2. Peterhansel-Cottret (Mini) a 31’53”; 3. De Villiers-Von Zitzewitz (Toyota) a 48’23”; 4. Terranova-Fiuza (Mini) a 54’34”; 5. Al Attiyah-Cruz (Mini) a 1.18’24”. Maurizio Voltini CARTE7