Andolfi beffa Crugnola e firma il suo primo Sanremo

Andolfi beffa Crugnola e firma il suo primo Sanremo

l pilota di casa sfrutta l'occasione concessa dalla pioggia e ribalta una gara che pareva già vinta dall'alfiere Citroen che chiude secondo a un soffio e resta leader in campionato. Fuori Basso

Presente in

Daniele Sgorbini

9 aprile

Nove decimi: praticamente nulla, dopo due giorni di gara nei quali è successo praticamente di tutto. Il Rally di Sanremo, anche nella sua edizione numero 69, ha confermato la propria fama di gara durissima e mai scontata, regalando un finale al fotofinish che ha dato ragione a Fabio Andolfi. Il pilota ligure, che aveva chiuso il primo giorno di gara in quarta posizione, ha saputo ribaltare completamente il proprio destino nella tappa di sabato, riuscendo a fare la differenza sulla prova del Langan, affrontata con l'asfalto bagnato.

La gara si è decisa dopo la violenta grandinata che ha colpito l'entroterra ligure nel primo pomeriggio, mentre i primi equipaggi avevano già lasciato il parco assistenza di Sanremo e soprattutto già scelto le gomme con cui affrontare le ultime tre speciali. Le condizioni critiche hanno obbligato la direzione gara ad annullare il secondo passaggio sul Teglia, dove la strada era letteralmente ricoperta di grandine, ma l'asfalto bagnato della prova successiva ha permesso ad Andolfi di piazzare il colpo capace di riscrivere completamente il suo rally. Il pilota della Skoda Fabia gommata Michelin ha inflitto oltre 20” a Crugnola ed è passato in testa. A nulla è servito l'attacco furioso lanciato dal pilota Citroen sull'ultima speciale, nella quale ha recuperato qualcosa, ma non abbastanza per riprendersi la vetta di una gara praticamente dominata fino all'ultimo giro di speciali.

Per Andolfi una vittoria forse insperata ma assolutamente meritata, arrivata grazie alla capacità di volgere a proprio favore una situazione potenzialmente critica. Terza piazza finale per Damiano De Tommaso, di nuovo sul podio sopo l'ottimo secondo posto del Ciocco. Anche al Sanremo il pilota varesotto era in corsa per la medaglia d'argento, prima di commettere un errore nel primo passaggio a Bajardo, che poteva costargli molto di più.

Fuori dai giochi invece Giandomenico Basso: il Campione Italiano 2021 ha commesso un piccolo errore nella prima speciale di sabato, che l'ha obbligato a parcheggiare prima del tempo la sua Hyundai i20 Rally2. Destino amaro anche per Craig Breen, tradito dal motore quando era in piena lotta per un posto sul podio.

Nel Tricolore Due Ruote motrici vittoria pesante per Gianandrea Pisani dopo l'errore di Bottarelli, mentre Alessandro Casella ha firmato la prima del Tricolore Junior 2022.

La classifica finale del 69. Rallye Sanremo: 1. Andolfi-Fenoli (Skoda Fabia) in 1.18'22”0; 2. Crugnola-Ometto (Citroen C3) a 0”9; 3. De Tommaso-Ascalone (Skoda Fabia) a 45”5; 4. Albertini-Fappani (Skoda Fabia) a 1'13”0; 5. Scattolon-Bernacchini (Skoda Fabia) a 1'37”7; 6. Miele-Mori (Skoda Fabia) a 4'07”5; 7. “Pedro”-Florean (Volkswagen Polo) a 5'01”1; 8. Lucchesi-Ghilardi (Skoda Fabia) a 5'17”3; 9. Rusce-Paganoni (Hyundai i20) a 5'56”0; 10. Pisani-Vecoli (Peugeot 208) a 7'00”9.

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi