Al termine di una giornata ricca di colpi di scena, Sébastien Ogier si è aggiudicato il Rally d'Alsazia battendo allo sprint Sordo e Latvala. Al volante della sua VW Polo Wrc, il neo campione del mondo si è scatenato allungando su tutti sulle bagnatissime speciali del mattino, vincendo tutti e tre i crono in programma, nel primo dei quali succedeva un grande colpo di teatro. Il 9 volte campione del mondo Sébastien Loeb, che qui era alla sua ultima gara iridata, è infatti uscito rovinosamente di strada nella prima speciale di Vignoble de Cleebourg, cappottando la sua Ds3 Wrc: «Un vero peccato per la Citroen e per i miei tifosi - ha poi detto Loeb - ed anche per me perché volevo finire sul podio la mia gara di addio». E così Ogier, grazie alla sua splendida prestazione di questa mattina, ha poi amministrato la sua corsa nel pomeriggio chiudendo la gara davanti a Sordo e Latvala. Con questo risultato ora la Volkswagen è anche più vicina al titolo costruttori, allo squadrone tedesco mancano infatti solo 8 punti per diventare campione del mondo. Nel Wrc2 la vittoria è andata a Kubica su Citroen Ds3 Rrc, che ha chiuso la corsa 9° assoluto. Ora al pilota polacco basta arrivare secondo a fine mese in Spagna per diventare campione del mondo di questa serie. La classifica finale in Francia: 1. Ogier in 2h53'07"6; 2. Sordo a 12"2; 3. Latvala a 19"5; 4. Neuville a 1'14"1; 5. Novikov a 3'10"9; 6. Hirvonen a 3'37"7; 7. Mikkelsen a 4'04"2; 8. Ostberg a 9'31"4; 9. Kubica a 9'31"4; 10. Dumas a 11'58"8.