da Salou: Marco Giordo Si è conclusa questa sera la 49ª edizione del Rally di Catalogna che ha visto trionfare la Volkswagen Polo R Wrc di Sébastien Ogier, che alla fine ha preceduto il suo compagno di squadra Jari-Matti Latvala e il finlandese Mikko Hirvonen (Citroen Ds3 Wrc). Il colpo di scena più eclatante nella giornata finale è stato il ritiro nella penultima speciale di Dani Sordo, che ha rotto la sospensione anteriore sinistra della sua Citroen Ds3 Wrc mentre era secondo assoluto in classifica generale. Latvala, che aveva chiuso in testa la seconda tappa, è stato invece penalizzato dal fatto di partire per primo nell’ultima tappa su terra, e nulla ha potuto per resistere al ritorno dello scatenato Ogier. Male invece Neuville, che ha bucato nella tappa finale quando poteva inserirsi nella lotta per la vittoria, dimostrandosi ancora troppo falloso quando è sotto pressione. All’arrivo c’è stata l’apoteosi finale per la Volkswagen con tutto il team ad abbracciare Ogier e Latvala, a dimostrazione di quanto questo titolo fosse sentito ed atteso dall’intera squadra di Wolfsburg. Quanto a Robert Kubica, il pilota polacco si è aggiudicato al volante della sua Citroen Ds3 Rrc la gara tra le Wrc 2, vincendo così anche il titolo iridato della categoria. Un successo pienamente meritato per il pilota di Cracovia che ora si appresta ad esordire in Galles a metà novembre nell’ultima prova iridata della stagione al volante della Citroen Ds3 Wrc. Questa la classifica finale del Rally Catalunya: 
1 Ogier in 3h 33m 21.2s, 2 Latvala +32.9s, 3 Hirvonen +1m 13.7s , 4 Neuville +1m 33.9s
5 Novikov +2m 01.0s
. Così il campionato piloti dopo 12 prove: 
1 Ogier 265 (campione del mondo), 2 Neuville 158, 3 Latvala 144, 4 Hirvonen 126, 5 Sordo 117
. Questa la classifica del Mondiale costruttori:
 1 Volkswagen Motorsport 382 (campione del mondo), 2 Citroen Total Abu Dhabi 274, 
3 Qatar M-Sport 174, 4 Qatar 169, 5 Abu Dhabi WRT 63. FINE SECONDA TAPPA Le tre prove speciali pomeridiane della seconda tappa del 49' Rally di  Catalogna non hanno prodotto stavolta colpi di scena. Sordo e Latvala, che erano appaiati in testa, si sono sfidati sugli asfalti catalani senza patire problemi, ed alla fine il finlandese della Volkswagen ha chiuso la giornata staccando il rivale spagnolo della Citroen di 1"6, mentre terzo è Neuville (Ford) a 29"3, con Ogier (VW) quarto a 46"5. Robert Kubica sulla Citroen Ds3 Rrc nel frattempo è sempre decimo assoluto, ed è saldamente in testa al Wrc 2 con ben quattro minuti di vantaggio sul tedesco Wiegand (Skoda Fabia S2000). Il copione finale sembra dunque indicare che domani sia per il polacco che per la squadra tedesca potrebbe essere una giornata di gloria. La gara è comunque ancora aperta, perché domani  nell'ultima tappa su terra di 138 km cronometrati, i piloti partiranno in ordine di classifica a tre minuti uno dall'altro, difficile quindi che qualcuno penalizzi per partire più indietro. Questa la classifica dopo la seconda tappa: 1 Latvala in 2h 06m 08.9s, 2 Sordo +1.6s, 3 Neuville +29.3s, 4 Ogier (VW) +46.5s, 5 Hirvonen +57.8s. RuotaOgierCatalugna META' SECONDA TAPPA Le tre prove del mattino della seconda tappa del Rally di Catalogna hanno già prodotto qualche colpo di scena. Sordo e Latvala si sono infatti scatenati vincendo una prova a testa e staccando poi lo stesso tempo a Riudecanyes, chiudendo così appaiati in testa la mattinata. Ogier invece ha forato nell'ultimo crono di Colldejou, perdendo 53"8 ed è ora retrocesso in sesta posizione a 46"8 dai due leader. Kubica intanto è decimo assoluto ed è sempre saldamente in testa al Wrc 2 con quasi due minuti di vantaggio sul gallese Evans (Ford Fiesta R5). Ora dopo l'assistenza i piloti percorreranno per la seconda volta le speciali di El Priorat e Colldejou per poi disputare l'ultima speciale della giornata ricavata nelle strade di Salou. Questa la classifica a metà della seconda tappa:; 1 Sordo e Latvala in 1h 24m 16.6s; 3 Neuville +31.4s; 4 Hirvonen +40.5s; 5 Novikov +46.4s; 6 Ogier +46.8s. OgierCatalogna1 PRIMA TAPPA È partita nel segno di Sebastien Ogier e della Volkswagen la 49ª edizione del Rally di Catalogna. Il neo campione del mondo si è aggiudicato tutte e 3 le speciali disputate ieri in notturna, accumulando un vantaggio di 8"8 sul suo compagno di squadra Jari-Matti Latvala e 12"4 sulla Citroen Ds3 Wrc del pilota di casa Dani Sordo, mentre più indietro al quarto posto c'è il belga Thierry Neuville sulla Fiesta della MSport a 19"1. Molto positiva la gara di Kubica, che è già largamente in testa al Wrc 2. Oggi sono in programma 6 speciali, ancora tutte su asfalto, per complessivi 155 km cronometrati che dovrebbero delineare la classifica della gara. Ma attenzione perché nell'ultima tappa su terra in programma domani di 138 km cronometrati, i piloti partiranno in ordine di classifica, e quindi diversi driver potrebbero alzare il piede per non partire davanti e perdere poi preziosi secondi sullo sterrato. Questa la Classifica dopo la 1ª tappa: 1 Ogier in 34m 39.9s; 2 Latvala +8.8s; 3 Sordo +12.6s; 4 Neuville +19.1s; 5 Hirvonen +27.3s; 6 Mikkelsen +27.8s. rally-spagna ANTICIPO Scatta questa sera alle ore 18 dalla Plaza de la Catedral dal centro di Barcellona la 49ª edizione del Rally Catalunya, penultima prova del mondiale 2013, l'unico rally misto del mondiale. Una gara decisiva per il campionato marche, mancano infatti alla Volkswagen solo 8 punti per laureare i campione del mondo, e per il Wrc 2. A Robert Kubica basta infatti arrivare primo o secondo della categoria per laurearsi campione. Ieri si è disputato lo shakedown, in cui il più veloce è stato lo spagnolo Dani Sordo (Citroen Ds3 Wrc) davanti a Latvala ed Ogier (VW Polo Wrc). La lotta tra questi tre piloti sarà il leit-motiv della gara, con Neuville sulla Ford Fiesta Wrc della MSport che sarà un altro pretendente alla vittoria. Questa sera i 64 equipaggi iscritti dopo la partenza da Barcellona disputeranno 3 prove speciali su asfalto, l'ultima delle quali in programma alle ore 22.45, per un totale di 61,75 km cronometrati. L'arrivo al parco assistenza di Salou è previsto alle ore 23.22. Domani sono in programma altre 6 speciali su asfalto per 155 km cronometrati, e domenica il gran finale con le ultime 6 speciali su terra per ulteriori 138 km cronometrati.