La superspeciale d’apertura disputata questa sera a Tartu (1,28 km) ha dato il via al Rally di Estonia, e ha visto la vittoria ex equo di Sébastien Ogier (Toyota Yaris Wrc) e Esapekka Lappi (Ford Fiesta Wrc) che hanno entrambi fatto segnare il tempo di 1’17”0.

Staccato di un solo decimo ha chiuso terzo alle loro spalle il campione del mondo Ott Tanak (Hyundai i20 Wrc), poi più staccati si sono piazzati Breen (Hyundai) quarto a 4 decimi, Evans (Toyota) quinto a sei decimi, mentre Neuville è decimo (Hyundai) a 1”5.

Questa mattina Tanak era stato il più veloce di tutti nello shakedown di Abissaare (2,8 km) precedendo di 1”4 Ogier e di 1”5 Lappi.

I tre sembrano i più in palla del lotto e vedremo domani mattina con la prima tappa come si delineerà la corsa, a cui prendono parte 60 equipaggi, tra cui i portacolori di Aci Team Italia Fabio Andolfi e Marco Pollara impegnati nel Mondiale Junior su Ford Fiesta R4.

La prima giornata di gara sarà composta da 10 speciali per complessivi 146,40 km cronometrati, vale a dire i crono ripetuti due volte di Prangli (20,23 km) e Kanepi (16,89 km) seguiti da quelle di Otepaa (9,60 km), Maekula (14,76 km) e Elva (11,72 km).

Domenica ci sarà poi la seconda e ultima tappa con sei crono per ulteriori 84,96 km cronometrati, con le speciali ripetute due volte di Arula (6,79 km), Kaagvere (15,46 km) e la power stage di Kambja (20,05 km).

Questa la classifica dopo la 1a speciale del Rally di Estonia:

1.Ogier e Lappi in 1’17”0
3. Tanak a 0”1
4. Breen a 0”4
5. Evans a 0”6
6. Ostberg a 1”2
7. Katsuta, Tidemand e Rovanpera a 1”4
10. Neuville, Suninen e Huttunen a 1”5