Anche la seconda giornata del Rally di Croazia composta da altre quattro speciali ripetute due volte, per un totale di 121,92 km cronometrati, è iniziata subito con un colpo di scena. Un’errata scelta di gomme di Neuville (Hyundai) costava al driver belga ben 12” su Ogier nel primo crono di Mali Lipovec.

Il francese della Toyota diventava così il nuovo leader della gara con 3”1 su Evans e 4”3 sullo stesso Neuville. Le Toyota di Katsuta e di Evans si aggiudicavano poi le speciali di Stojdraga e Krasic, poi Ogier era ancora il più veloce a Vinski Vrh dove Neuville pativa problemi al freno a mano. Il sette volte campione del mondo chiudeva così il primo giro del mattino con 7” su Evans e 19”6 su Neuville, con Tanak quarto a 37”5.

Lotta Neuville-Ogier-Evans

Poi nel pomeriggio Neuville marcava subito lo scratch davanti a Fourmaux (Ford) nel primo crono di Mali Lipovec, con Ogier che a causa di una foratura lenta nel finale della prova perdeva 10”1. Il francese restava comunque in testa con 6”9 di vantaggio su Evans e 9”5 su Neuville.

Poi Katsuta si ripeteva a Stojdraga mentre Ogier si aggiucava a pari merito con Neuville il crono di Krasic e poi era ancora il più veloce a Vinski Vrh davanti a Evans. Il francese chiudeva così la tappa con 6”9 di vantaggio su Evans e 10”4 su Neuville, mentre Ostberg (Citroen) è in testa al Wrc 2 e Kajetanowicz (Skoda) al Wrc 3.

Power stage della domenica

Domani è prevista l’ultima tappa con 4 prove speciali per complessivi 78,58 km cronomtrati, con i crono ripetuti due volte di Bliznec-Pila (25,20 km) e Kumrovec (14,09 km) che ospiterà la power stage finale in programma alle ore 13.18 locali.

Questa la classifica dopo la seconda tappa:

1. Ogier in 2h06’35”8
2. Evans +6.9
3. Neuville +10.4
4. Tänak +37.8
5. Fourmaux +1:29.5
6. Greensmith +2:23.8
7. Katsuta +2:46.5
8. Breen +3:51.8
9. Ostberg +7:06.0
10. Suninen +8:09.6