Per favore, niente prediche in F.1 dai Mercedes boys

Per favore, niente prediche in F.1 dai Mercedes boys

Le polemiche dopo il contatto tra Raikkonen e Hamilton ci possono stare, ma a Silverstone il team di Wolff a caldo è parso fin troppo incline al vittimismo aggressivo

Presente in

10 luglio 2018

Passano le ore e la vera novità di metà stagione, quella che si proietta nel futuro prossimo del campionato, non è tanto nel risultato del Gp di Gran Bretagna - lietissimo per Vettel e la Rossa -, ma nel clima piuttosto rovente instauratosi nel post Silverstone, tra la Challenger Ferrari e la Defender Mercedes.

In verità son bastate due toccate, la prima di Vettel a Bottas dopo il via a Le Castellet e la seconda di Raikkonen a Hamilton alla terza curva della gara di Silverstone - peraltro in entrambi i Gp asetticamente e dovutamente sanzionate da altretanti penalty della direz


Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora
  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi