Gilles amato perché Maestro di Vita

Gilles amato perché Maestro di Vita

Al di là del coraggio Villeneuve, a 40 anni dalla scomparsa, resta un raro modello di morale e valori puri nello Sport

Credete davvero che la partecipazione immensa e l’onda calda d’empatia che circondano il quarantesimo dalla morte di Gilles Villeneuve siano solo sfogo di passione e nostalgia? Davvero pensate che la celebrazione sia solo una scarica antidolorifica, atta a lenire le mille punture di rimembranza di tutti noi malati di ricordi e paradisi perduti? O piuttosto l’analisi da fare è ben diversa, magari più cunicolare e scomoda ma non per questo meno esaltante? In realtà la presentazione del canadese come esagerato tutto coraggio, sprezzante del pericolo e del limite, pronto a vivere una vita a tavoletta, a distruggere Fe


Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora
  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi