Alex Zanardi è stabile, ma ancora molto grave. Il campione bolognese, in seguito al terribile incidente di ieri, ha trascorso la notte nel reparto di terapia intensiva del policlinico Le Scotte di Siena, dove ha subìto un delicato intervento neurochirurigico e maxillo-facciale a causa dei traumi riportati dopo il terribile incidente.

Il secondo bollettino medico emesso dall’ospedale racconta un quadro preoccupante. Alex per il momento non peggiora, ma nemmeno migliora, ha valori stabili, ma resta intubato e respira tramite ventilazione artificiale. I parametri neurologici sono gli elementi che preoccupano di più i medici.

Il comunicato medico

"In merito alle condizioni cliniche dell'atleta Alex Zanardi, ricoverato dalle ore 18 del 19 giugno in gravissime condizioni al policlinico Santa Maria alle Scotte a seguito di incidente stradale avvenuto in provincia di Siena, la Direzione Sanitaria dell'Aou Senese informa che il paziente, sottoposto ad un delicato intervento neurochirurgico nella serata del 19 giugno, e successivamente trasferito in terapia intensiva, ha parametri emodinamici e metabolici stabili. E' intubato e supportato da ventilazione artificiale mentre resta grave il quadro neurologico".

Il neurochirurgo Giuseppe Olivieri, che ieri ha operato Alex Zanardi ha dichiarato:"Le condizioni di Alex Zanardi sono gravi ma stabili: è arrivato con un trauma cranico e facciale importante. I numeri sono buoni, pur rimanendo una situazione molto grave, E' un malato che val la pena di curare. Il quadro neurologico lo vedremo a distanza, quando si sveglierà. I miglioramenti, in questi casi, si vedono nel tempo, i peggioramenti possono essere repentini. Ha fatto una tac subito dopo l'intervento e ora ha un catetere per la misurazione della pressione intracranica. L'intervento è andato come doveva andare, è la situazione iniziale che era tanto grave".  

L'inchiesta

Nel frattempo, la dinamica dell’incidente resta al vaglio degli inquirenti. Zanardi avrebbe perso il controllo della sua handbike all’imbocco di una curva a destra al termine di una discesa, scivolando nella corsia opposta e finendo contro un camion. L’autista 44enne, risultato negativo ai test per la verifica della presenza di alcol o droga nel sangue, è stato iscritto, come atto dovuto, nel registro degli indagati per lesioni gravissime da incidente stradale.