Stoffel Vandoorne conquista la pole position all’ePrix di Valencia, il quinto round del campionato del Mondo di Formula E. Il belga è alla sua seconda pole stagionale, dopo Roma, e conferma quanto la Mercedes sia efficace nel giro secco con una prestazione maiuscola sia nella fase a gruppi, sia nella successiva Superpole. Il 1:26.494 che gli ha permesso di prendere la prima piazzola è frutto di un terzo settore del Ricardo Tormo eseguito in maniera perfetta che gli ha consentito di prendere la partenza dal palo su Da Costa, battuto di soli 29 millesimi.

De Vries penalizzato

L’altra Mercedes, quella di De Vries, ha concluso la sessione con il terzo tempo, ma dovrà scontare una penalità di 5 posizioni, quindi partirà dall’ottava casella. Evento che cambia la seconda fila, facendo salire Gunter (BMW) al terzo posto e la sorprendente Mahindra di Lynn (la più veloce nella fase a gruppi) al quarto.

Buemi (Nissan) si ritrova, dunque, in quinta posizione e Lotterer (Porsche) può consolarsi con il sesto posto dopo aver subito la beffa di vedere sfumato l’accesso alla Superpole nella fase a gruppi per appena 19 millesimi di secondo.

Come detto, in virtù della penalità, De Vries precipita all’ottavo posto, in quarta fila assieme al settimo Nato, mentre la top ten è chiusa da Rowland e  Wehrlein.

Tonfo delle Jaguar

I grandi delusi della giornata sono senza dubbio le Jaguar che con Evans e Bird non sono andati oltre, rispettivamente il 18esimo e 21esimo tempo, dopo una disastrosa prestazione nella fase a gruppi che li ha visti entrambi lontanissimi, sul giro secco, fin dalle prime battute nei confronti di Vandoorne.

Ma la gara può rimettere tutto in discussione. Per la prima volta, non correndo su un circuito cittadino, le sentenze della qualifica potrebbero essere meno determinati sull’esito finale della gara perché una pista offre molte più possibilità di recuperare posizione rispetto ai toboga ai quali le monoposto elettriche sono abituate.

Vandoorne, comunque, ha un’occasione d’oro per dare uno scossone decisivo alla classifica.

Grigla di partenza, la top 10

1  - Stoffel Vandoorne, Mercedes, 1'26.494
2  - António Félix Da Costa, Techeetah, +0.028
3 - Maximilian Gunther, BMW, +0.449
4 - Alex Lynn, Mahindra Racing, +0.528
5 - Sébastien Buemi, Nissan, +0.559
6 - André Lotterer, Porsche, +0.439
7 - Norman Nato, Venturi, +0.485
8 - Nyck De Vries, Mercedes +0.236 (penalizzato 5 posizioni)
9 - Oliver Rowland, Nissan, +0.508
10 - Pascal Wehrlein, Porsche, +0.514