Mentre al Gp d'Ungheria debuttano le nuove coperture Pirelli con struttura 2012 in kevlar, collaudate nei test di Silverstone, la marca di pneumatici annuncia il tipo di gomme che impiegherà nei prossimi Gp di Spa, Monza e Singapore. A Spa e Monza, circuiti velocissimi anche se con caratteristiche diverse (la pista belga ha curvoni da 5° e 6° marcia, quella italiana rettifili lunghissimi ad alta velocità), la Pirelli impiegherà le mescole hard (arancio) e quelle medium (bianche). Spa è il circuito che pone il più elevato carico verticale sulle gomme anteriori di tutta la stagione, soprattutto nella curva dell’Eau Rouge. Di conseguenza, le due soluzioni più dure del range F1 Pirelli sono le più indicate per questo tracciato. A Monza, invece, ci sono molti rettilinei ad alta velocità, e qui gli pneumatici sono soggetti ad elevate forze longitudinali e il blistering può essere un problema a causa dello stress che viene scaricato sulle gomme in frenata. Questo fa delle due mescole più dure quelle più adatte per questa gara. A Singapore, invece, si correrà con le medium (bianco) e con le supersoft (fascia rossa): quest’ultima mescola fa la sua prima apparizione dal Gran premio del Canada di giugno. Singapore è un circuito cittadino, qui si correrà di notte, il che pone delle sfide uniche alle gomme. Le curve strette e tortuose rendono la supersoft la mescola ideale per generare trazione e grip.