Questo calendario F.1 2014, fatto di 22 gare, sembra restirngersi ogni giorno che passa. Già “rimandato” il Gp India, sempre in discussione quello del New Jersey (Niki Lauda ha detto: “non si farà mai”), ora sorgono problemi anche per la gara programmata in Russia il prossimo ottobre. La RAF, federazione automobilistica russa, non ha mandato alla Fia la richiesta di iscrizione al mondiale, entro la scadenza prevista del 31 luglio. In sé per sé non sarebbe un problema enorme, visto che anche il futuro Gp Austria potrebbe essere iscritto “in deroga”. Il vero problema è che la RAF è in lite con i promotori dell’evento (la società Center Omega) sui diritti d’immagine e sullo sfruttamento commerciale. La Federazione vorrebbe ora che la Center Omega si accollasse il costo di addestramento del personale. I promotori rispondono che la RAF non ha diritto a nulla. Sempre soldi, in ultima analisi. Oleg Zabara direttore di Center Omega, ha detto in un comunicato: «Abbiamo tempo fino alla fine di settembre. Lavoreremo a un accordo».