Jean-Eric Vergne ha lasciato la Toro Rosso, la notizia ve l'abbiamo già data qualche giorno fa. Non tutti sanno però che il pilota francese era a un passo della Red Bull, ma gli eventi recenti lo hanno penalizzato. Come era successo anche l'anno scorso, quando la Red Bull, dopo l'addio di Webber, a Vergne preferì il compagno di squadra Daniel Ricciardo. Stavolta, l'approdo un po' inatteso di Vettel in Ferrari, ha portato alla promozione di Kvyat. Lo ha spiegato lo stesso Vergne in un'intervista a Canal+: “Non credo che la Red Bull avesse idea che Vettel potesse andar via davvero. Quando è accaduto, hanno dovuto promuovere Kvyat e annunciare di corsa Max Verstappen in Toro Rosso (decisione già presa in estate) perché non aveva senso sostituire Kvyat dopo solo mezza stagione. Avevo un accordo con la Red Bull secondo il quale avrei potuto sostituire Vettel nel caso fosse andato via. Ma forse non avevano idea che potesse accadere davvero”. Insomma dopo l'addio di Vettel, la Red Bull ha preferito promuovere Kvyat e tenere due rookie in Toro Rosso: Verstappen, appunto, e Carlos Sainz jr (leggi QUI). La decisione ha ovviamente deluso Vergne, che su Twitter ha commentato: "Nonostante una buona stagione e 22 punti, non guiderò più la Toro Rosso nel 2015. Grazie per questi anni. Andrò verso un’altra grande sfida".