Quanto potenziale ha ancora da esprimere la Force India? L’interrogativo è di non poco conto, perché potrebbe segnare in maniera chiara la seconda parte di campionato e la lotta al quinto posto. La versione Evo della VJM introdotta a Silverstone ha consentito a Hulkenberg di mettersi in mostra autorevolmente e possiamo attenderci ancora degli affinamenti nell’interpretazione del pacchetto tecnico lanciato in Gran Bretagna. Riusciranno a massimizzarne i benefici già a Budapest? Con lo sguardo al circuito più simile all’Hungaroring, Monaco, dove Perez fece settimo, le premesse sono incoraggianti. «L’ultima gara è stata divertente, sono molto soddisfatto dell’aggiornamento Evo e delle prestazioni ottenute durante l’intero week end. Dopo i primi giri sulla nuova macchina sapevo che avevamo compiuto un passo nella giusta direzione e avevo il sorriso stampato in fronte. Ovviamente dobbiamo continuare a esplorare il pacchetto, ma è soddisfacente aver ottenuto un buon risultato nella gara di casa», racconta Hulkenberg. Si tratterà ora di limare su quanto a disposizione: «Gli ingegneri hanno trascorso le ultime settimane approfondendo i dati raccolti, perché non possiamo permetterci di star fermi, dobbiamo continuare a spingere in questa direzione ed estrarre ancor più prestazione dalla monoposto. Dentro al team ci sono buone sensazioni e credo saremo ancora competitivi questo week end. Le curve a bassa e media velocità dovrebbero addirsi e le gomme più morbide di Silverstone ci aiuteranno». Per un Hulkenberg che fa il punto tecnico sulla monoposto, c’è un Perez “Cicerone”, a centrare quelle che sono le aree chiave per fare il tempo all’Hungaroring: «E’ una pista molto tecnica, serve avere buona trazione in uscita dalle curve lente e richiede un’alta precisione di guida. Per la sua conformazione ti senti come se fossi perennemente in curva e non è semplice trovare lo spazio per superare. Per di più è anche una pista esigente sulle gomme e sarà importante conservarle bene». L’obiettivo sarà quello di consolidare il quinto posto nel Costruttori, portando entrambe le macchine a punti. Vijay Mallya ci crede e dice: «Il debutto della macchina in versione-B ha risposto alle nostre aspettative e apportato il salto nelle prestazioni che avevamo previsto. E’ una spinta per tutti e ci stiamo muovendo nella giusta direzione per la seconda metà del campionato. A inizio anno avevamo posto l’obiettivo sul quinto posto ed è un traguardo sicuramente alla portata. Ora guardiamo ai team davanti e proveremo a ridurre il gap». Difficile immaginare un risultato migliore della Red Bull in Ungheria, ma Spa e Monza certamente giocheranno a favore della causa Force India. Fabiano Polimeni