A fine gara Maurizio Arrivabene si è espresso direttamente sugli episodi salienti, dunque l'incidente fra Raikkonen e Bottas ma anche la lotta diretta piuttosto decisa fra Kimi e il compagno di squadra, con Vettel che alla fine ha conquistato un "doppio" secondo posto (in gara e in campionato) importantissimo per la Ferrari. Cosa che Arrivabene sottolinea subito: «L’ho già detto in altre occasioni, ma ancora una volta sono rimasto colpito dalla bravura di Sebastian. È stato un grande acquisto e sta dimostrando di essere un grande campione, capace di crescere ad ogni gara. Ha un’ottima macchina a disposizione, ma riesce a dare quel qualcosa in più tipico dei grandi. Quanto al duello con Kimi nelle fasi iniziali di gara, i nostri piloti sanno di avere regole di ingaggio molto chiare: è stata una bella lotta fra due campioni». C'è stato qualche dubbio se nel caso di Raikkonen non fosse possibile agire diversamente dal punto di vista strategico, ma Arrivabene è molto deciso in merito: «La nostra strategia di gara era corretta, voglio complimentarmi con Iñaki Rueda: se nel finale fosse riuscito il sorpasso di Kimi su Bottas sarebbe stata un’ulteriore dimostrazione che la tattica era quella giusta. La decisione sull’episodio spetta ai commissari, a me è sembrato un chiaro incidente di gara. Ora con Seb siamo secondi nel mondiale Piloti e anche se la matematica dice che il campionato è ancora aperto, l’umiltà dice il contrario. Cerchiamo innanzitutto di lavorare, gara per gara, per consolidare la nostra posizione attuale».