La storia della Formula 1 a Barcellona inizia con un duello indimenticabile. E’ il 29 settembre 1991 quando il Circus corre per la prima volta al Montmelò, inaugurato in prospettiva dei giochi olimpici dell’estate successiva. I protagonisti dell’Ok Corral alla catalana sono Nigel Mansell e Ayrton Senna, veri e propri guerrieri che combattono ruota a ruota sul filo dei 300 all’ora in rettilineo. La spunta il britannico ma alla fine dell’anno è il brasiliano a laurearsi campione per la terza volta. 

Ma i 4.655 metri d’asfalto, che domenica saranno percorsi 66 volte per un totale di 307,104 chilometri, sono stati teatro di innumerevoli grandi sfide ed epiche rimonte. Basti pensare alla cavalcata di Fernando Alonso del 2013: scattato dalla terza fila al volante della Ferrari F138, il già due volte campione del mondo si beve sia Hamilton che Raikkonen già al rimo giro e alla fine della gara taglia il traguardo per primo tra le ovazioni del pubblico di casa. O a Michael Schumacher che nel 1994 riesce a conquistare il 2° gradino del podio alle spalle di Damon Hill nonostante i problemi al cambio.

Due stagioni dopo, è il 1996, il tedesco arriva in Ferrari fresco di doppietta mondiale e proprio al Montmelò centra sotto la pioggia la prima di 72 vittorie (di cui proprio 6 al Montmelò) con la Scuderia di Maranello. Nel 2000, stagione del primo titolo con Ferrari, Michael è invece protagonista di una “lite in famiglia” col fratello Ralf, con cui ingaggia un duello rusticano di cui approfitta Barrichello, che li infila entrambi al giro 49 piazzandosi sul podio alle spalle di Hakkinen e Coulthard. E a proposito di liti impossibile non citare quella tra Irvine e Fisichella risalente al ’98: il nordirlandese tenta di sorpassare il romano, che lo aveva appena passato, alla curva 1 ma lo tocca portando entrambi nella ghiaia. Fisichella scende dalla sua Benetton e aggredisce verbalmente il ferrarista che lo spinge via. 

La scorsa stagione il GP di Spagna ha visto Nico Rosberg centrare l’ottava vittoria in carriera precedendo il compagno di squadra Hamilton e la Ferrari di Vettel. Il tedesco non è l’unico pilota in griglia ad aver vinto almeno una volta al Montmelò: anche i già citati Hamilton e Rosberg , così come Raikkonen, Alonso e Massa vantano un successo catalano in curriculum.