La Williams è in cerca di piloti. Come noto i contratti di Felipe Massa e Valtteri Bottas scadranno a fine anno e se fino a qualche mese fa il candidato più accreditato per sostituire il brasiliano sembrava Daniil Kvyat, ora il team fa ufficialmente (anche se le prime avvisaglie si erano avute alla vigilia del GP d'Europa) il nome di Jenson Button. Il campione del mondo 2009, in forza al team McLaren dal 2010, potrebbe approdare a Grove, magari affiancato da Stoffel Vandoorne. A confermarlo è la stessa team principal Claire Williams: "Potrebbe essere una grande storia, ma lui (Button, Ndr) deve fare la scelta giusta per sé stesso e noi dobbiamo fare la scelta giusta per il team. Ha un grande talento, sia in pista che fuori, ci serve un pilota come lui".

Button, 37 anni il prossimo gennaio, non ha alcuna intenzione di appendere il casco al chiodo e ora sembra solo indeciso se affrontare una nuova avventura o rimanere col team con cui corre da sette stagioni: "Saremo noi - prosegue la Williams - a decidere la nostra line-up e non starò qui seduta ad aspettare che Ron Dennis prenda una decisione o che lo faccia Jenson. Aspettare non è nella mentalità di un team come il nostro"

Traduzione: i candidati non mancano, anche se non blasonati come il britannico. Il primo della lista è il messicano della Force India Sergio Perez, che nel 2016 è salito sul podio sia a Montecarlo che a Baku. La Williams, forse anche per mettere pressione a Button, lo elogia: "Sergio sta facendo un gran lavoro quest'anno (, Ndr), è un pilota intelligente e ovviamente lo teniamo d'occhio. L'ho incontrato solo per breve tempo ed è una persona molto affascinante ed eloquente, quindi sarebbe una figura forte per qualsiasi team. Ovviamente, se disponibile, è un'opzione da prendere seriamente in considerazione". 

Il capo della Force India Vijay Mallya ha ricordato che il messicano ha un contratto anche per la prossima stagione ma lo stesso Perez lo scorso giugno non nascondeva l'ambizione a correre per un top team, dichiarando più recentemente che approfitterà della pausa estiva per discutere del proprio futuro con i propri sponsor.