La notizia è arrivata durante il fine settimana, anche se le forze speciali della polizia indonesiana sono entrate in azione già lo scorso venerdì, arrestando sei uomini sospettati di preparare un attentato contro Singapore, lanciando razzi dall’isola di Batam attraverso il sottile stretto che divide l’arcipelago dalla città stato. 

Gli arrestati, il cui leader è stato identificato come un militante legato all’Isis, secondo la stampa locale “avevano pianificato di lanciare un razzo da Batam a Marina Bay”. Il gruppo terroristico, afferma un portavoce della polizia indonesiana, “era attivo da due anni e contava dozzine di aderenti”. Non si esclude che l’obiettivo dell’attentato potesse essere proprio il GP di Singapore, programmato per il prossimo 18 settembre.