A volte va tutto storto, a volte fila tutto liscio. Nico Rosberg è stato ripagato della giornata nera di Hockenheim, centrando una vittoria pulita a Spa-Francorchamps, la prima al GP del Belgio (nonché la ventesima in carriera) per il pilota Mercedes, sgusciato via in partenza mentre alle sue spalle si combatteva il primo round del match tra le Ferrari e Max Verstappen

Una giornata perfetta, insomma, se non fosse stato per la rimonta antologica di Lewis Hamilton che va parzialmente a rovinare la festa del compagno di team scattando al 21° posto e tagliando il traguardo al terzo posto. Oggi è stata una giornata particolare, sui generis e Rosberg sa bene che sarebbe stato meglio rosicchiare qualche punto in più: “E’ una giornata molto speciale – ha commentato dal podio -  E’ bellissimo vincere su un circuito leggendario come questo ma il fatto che Lewis partisse dal fondo mi ha reso tutto più facile. A Monza si ricomincia da capo”

Buona la partenza, poi una gara di gestione, senza troppi patemi. A 24 giri dal termine alza il ritmo, avvertito dai box che Hamilton sta iniziando ad avvicinarsi. Ma non ci sono pericoli, Rosberg taglia il traguardo con un distacco di +14.113 sulla Red Bull di Ricciardo e +27.634 su Hamilton: “E’ andata molto bene, tutto il weekend è stato perfetto, non c’è niente da dire, anche la macchina andava molto forte in gara e mi sono sentito sempre bene”.

Mai si sarebbe aspettato (come del resto tutti) di ritrovarsi sul podio anche Hamilton che grazie a questa prestazione riesce a mantenere la leadership con un distacco di 9 punti: Mi ha sorpreso  molto vederlo lì, arrivare terzo dopo tutto quello che è successo, avrà fatto una gran bella gara”. Ora mente già a Monza, dove il prossimo weekend si corre un gran premio tanto atteso quanto potenzialmente decisivo in ottica mondiale: A Monza sarà molto diverso rispetto a qui, è sempre bello correre su un bel circuito come quello e io voglio provare a vincere anche lì