Mad Max per sperare di mettere un po’ di sale su una qualifica apparentemente già scritta. Mercedes a Monaco sembra inattaccabile, con quale margine di vantaggio su Ferrari e Red Bull si scoprirà sabato. Il meteo a metterci lo zampino, forse, per alterare un copione annunciato. Vettel e Leclerc a trovare una SF90 più veloce rispetto al giovedì. Una Red Bull in grado di battagliare sul filo dei millesimi come nelle libere 1.

E’ il “cercasi avversari”. Max Verstappen, nonostante sia mancato il giro veloce al pomeriggio, è fiducioso sul potenziale della RB15: “La giornata è andata bene e sono piuttosto contendo del bilanciamento della macchina.

Nelle libere 2, quando tutti hanno montato il secondo set di gomme, abbiamo sofferto una perdita d’acqua dopo che alcuni detriti sono finiti nell’airbox e hanno danneggiato i radiatori. Abbiamo dovuto riparare la perdita e ci ha fatto perdere del tempo per girare in pista ma, nel complesso, sembriamo a posto e il passo era piuttosto buono.

OBIETTIVO TERZO TEMPO

Non tantissimi giri per l’olandese, solo 17 nelle libere 2, da sommare ai 35 della prova del mattino. Sufficienti, comunque, per trovare il ritmo: “Ho messo insieme abbastanza giri per avere la fiducia con la macchina, abbiamo provato molte variazioni d’assetto in entrambe le sessioni e sono contento con quel che abbiamo trovato”.

GP Monaco, l'analisi delle Libere: Mercedes inattaccabile

La pole appare off-limits nelle parole di Verstappen, che dà quasi per scontato l’uno-due Mercedes. Ambire alla seconda fila, a Montecarlo, vuol dire rimettersi agli eventi in gara, per sognare una vittoria:Mercedes resta ancora molto forte e non credo potremo sfidarli per la pole, tuttavia c’è un ampio gap tra secondo e terzo nel quale dovremmo essere in grado di inserirci”.

LA PIOGGIA METTE TUTTO IN DISCUSSONE?

Gasly ha chiuso a 6 centesimi da Vettel nella simulazione di giro veloce durante la prova libera 2, Pierre soddisfatto dei progressi compiuti tra le due sessioni e con la Ferrari “nel mirino”: “È stata una buona giornata e sono davvero felice, le libere 1 sono state un po’ difficili ma abbiamo apportato delle modifiche per le libere 2 e mi sono trovato molto meglio in macchina, anche sui long run.

Come previsto, Mercedes è davvero veloce e piuttosto davanti a noi, che possiamo essere in lotta con la Ferrari. Se dovesse piovere al sabato, allora tutti avranno una chance, il team è piuttosto forte qui.

Le previsioni indicano una possibilità di pioggia nell’ordine del 60%, poche gocce potrebbero rendere umido l’asfalto, con temperature comunque relativamente basse (20° C). E’ lo scenario che si prospetta in vista del sabato. E il tema sarà, ancor di più, l’attivazione della gomma il più in fretta possibile.

Ferrari: SF90 non manda in temperatura le gomme

“C’è ancora del lavoro da fare ma speriamo di poter trovare ancor più prestazione per sabato, quando tutto sarà incentrato sulla qualifica e ottenere una buona posizione di partenza. Faremo tutto il possibile”, ha aggiunto Gasly.