La classifica finale del GP di Francia cambia. I commissari di gara hanno inflitto 10 secondi di penalità, al tempo finale, a Ricciardo retrocedendolo, di fatto, dal settimo all’undicesimo posto, fuori dalla zona punti.

Decisione presa in virtù di quello che è successo all’ultimo giro: l’australiano ha pagato carissimo gli attacchi con il coltello tra i denti a Norris prima e Raikkonen dopo. Due manovre giudicate irregolari che sono costate a Daniel due penalità diverse da 5 secondi l’una, oltre alla decurtazione di tre punti sulla patente.

Ma andiamo con ordine. Ultimo giro, Norris, Ricciardo e Raikkonen sono in piena lotta per la settima, ottava e nona posizione. Ricciardo tira una staccata delle sue alla chicane a Norris, va lungo, finisce la curva sul cordolo e nel rientrare manda fuori pista la McLaren. E qui i primi 5 secondi.

L’altra penalità è per il successivo sorpasso su Raikkonen. La Renault #3, per passare l’Alfa #7 nel rettilineo successivo, ha oltrepassato la riga bianca continua che delimita i confini della pista.

In virtù di queste decisioni la classifica finale vede Raikkonen settimo, Hulkenberg ottavo, Norris nono e Gasly decimo.

Ricciardo, commentando la manovra prima della decisione dei giudici, aveva dichiarato: "Quando la pista è così ampia devi improvvisare un po'. E' stato un ultimo giro divertente. Ad essere onesti, qualunque cosa accada non mi interessa. Penso che sia stato divertente ed è meglio lottare e vedere cosa succede piuttosto che aspettare che accada qualcosa come un perdente. Quindi sì, mi sono divertito. "