Nuove regole, nuovi scenari e, anche, un possibile nuovo team in Formula 1 nel 2021. Una struttura con sede in Spagna, supportata dalla Federazione spagnola e con investimenti garantiti da un gruppo guidato da Monaco Increase Management.

É il progetto al quale lavorano Salvatore Gandolfo e Adrian Campos, battezzato favorevolmente da Chase Carey e Ross Brawn, una mossa ideale per incrementare l’interesse verso la Formula 1 in Spagna dopo l’addio di Fernando Alonso.

Le strutture di Campos Racing diverrebbero la base operativa della nuova squadra, che ha già indicato il direttore tecnico e il responsabile dell’aerodinamica, al lavoro dallo scorso luglio sul progetto Formula 1. Si tratta di Peter McCool, direttore tecnico e già con un passato in Formula 1, tra 2005 e 2008 in Super Aguri, poi capo progettista di Lola Cars e, nel 2015, con un passaggio in Formula E (Amlin Aguri).

Capo dell’aerodinamica è Ben Wood, già in Prost F1 e in Mercedes a ricoprire lo stesso ruolo.

MOTORI E PARTNERSHIP

Il team spagnolo, supportato da MIM – Monaco Increase Management -realtà fondata dallo stesso Gandolfo, co-proprietario di Campos Racing- lavora per siglare una collaborazione di fornitura di power unit dal 2021 e viene indicato in trattativa anche con le attuali scuderie.

Il 2021 sarà una sorta di Anno Zero per la Formula 1 e andranno scoperte quali possibilità si apriranno sul fronte della condivisione di componenti tra scuderie, quelle che oggi sono le Listed Parts del “modello Haas”.

Uno scenario fondamentale per sviluppare una struttura competitiva in brevissimo tempo e sfruttare al meglio il budget cap. Entro fine ottobre i regolamenti tecnico e sportivo andranno al loro posto e diranno quale sarà il quadro al 2021.

UN PROGETTO SOLIDO

“Arrivare in Formula 1 nel 2021 dev’essere un progetto di lungo termine. Siamo consapevoli delle grandi sfide che ci aspettano, ma abbiamo un team di esperti che lavorano incessantemente e la solidità finanziaria richiesta dalla FIA per far sì che questo sia una progetto di successo”, ha spiegato Salvatore Gandolfo.

“Con il nuovo budget cap, la nuova distribuzione dei proventi e i nuovi regolamenti tecnici e sportivi c’è una grande opportunità per i team più piccoli di competere e, in definitiva, rendere di nuovo più interessante ed equilibrato il mondiale di Formula 1".

PILOTI IN CASA

Spagna rappresentata in Formula 1 dal solo Carlos Sainz, dopo l'addio di Fernando Alonso. La presenza di un team iberico – dovesse finalizzarsi il progetto di Campos e MIM – arriverebbe dopo l’esperienza più recente, tra 2010 e 2012, di HRT, fondata da Adrian Campos.

I piloti vedrebbero Pascal Wehrlein e Alex Palou potenziali titolari, entrambi gestiti da Monaco Increase Management, come il kartista spagnolo David Vidales.