In proiezione può essere una Red Bull in lotta per la prima fila, quella che esce dal venerdì di Abu Dhabi con il quinto tempo di Max Verstappen. Distante da Valtteri Bottas, meno da Lewis Hamilton, riferimento che conta, visto l’arretramento del pilota finlandese in fondo alla griglia.

Resta un "se" nella proiezione di come può andare proseguire l'epilogo stagionale ed è legato alla gestione delle gomme. Da lì passa il taglio del gap rimediato nelle libere 2, meno di 3 decimi tra il miglior crono di Lewis e l’1’36”807 di Max.

La sintesi del venerdì tocca note positive nel commento di Verstappen: “In generale è stato un venerdì discreto, non sono ancora del tutto contento del bilanciamento e ci sono ovviamente delle cose che dobbiamo esaminare e far meglio, in generale però sono piuttosto soddisfatto.

GP Abu Dhabi, libere 2: Bottas domina il venerdì

La Mercedes sembra molto forte e sarà difficile batterli, però credo saremo vicini domani. Più tardi esamineremo i dati delle gomme, non ci sono grosse sorprese. La gomma morbida è veloce su un giro poi decade come ci aspettavamo sul passo gara”.

Primo stint breve e poi gara da sviluppare su gomma dura, un possibile scenario domenicale. Come spesso a Yas Marina.

Albon, assetto da sistemare e gomma da sfruttare

Ed è intorno al rendimento della gomma che si concentra anche l’analisi di Albon: “E’ stata una buona giornata nel complesso, stiamo arrivando. È stato difficile far funzionare le gomme e c’era un bel po’ di sporco in pista, per questo tante macchine si sono girate. Il bilanciamento è ok, sappiamo di dover migliorare un po’ qua e là, Max è sembrato essere veloce quindi vedremo come andrà domani”.

Black Friday 2019:  la promo per leggere Autosprint

Trovare la quadra dell’assetto per esprimersi al meglio nel terzo settore, tutto incentrato sull’estrema precisione dell’avantreno e la performance in trazione, resta un passaggio da affinare al sabato mattina: “Da parte mia penso di dover fare un po’ di regolazioni sottili all’assetto, soprattutto nel terzo settore.

In qualifica le Ferrari saranno ovviamente veloci, vedremo dove saremo noi”.