Non è il regalo di Natale che si aspettava Alfa Romeo, quello scartato al CSI di Bollate. L’ente riconosciuto dalla FIA per lo svolgimento dei crash test obbligatori, prescritti dal regolamento tecnico, ha sottoposto la scocca della monoposto 2020 alle prove dinamiche, rilevando il mancato superamento del test.

Sono 15 le verifiche di tenuta da condurre sul telaio e, dopo aver superato il crash test statico in fabbrica, a Hinwil, i danni riportati nella simulazione svolta dal centro CSI sarebbero stati piuttosto ingenti, secondo quanto appreso da Motorsport-Magazin.

Sainz, una McLaren in crescita è la prima opzione 2021

Un contrattempo del quale fare sempre, volentieri, a meno nella fase finale dello sviluppo, quando l’attenzione viene rivolta in gran parte all’evoluzione aerodinamica, da approfondire fino al debutto in pista nei test invernali.

Il mancato superamento del test potrebbe rallentare la tabella di marcia per la necessità di applicare i correttivi sulla scocca e sottoporla nuovamente alle verifiche.