E adesso anche il mondo della Formula 1 trema. C'è il pericolo di un primo contagio all'interno del Circus, e riguarderebbe due membri del team Haas ed uno del team McLaren. Ancora niente di ufficiale, ma la cosa desta preoccupazione.

La notizia arriva direttamente da Melbourne, con la Haas che fa sapere che “Due membri del personale hanno avvertito dei sintomi ed hanno scelto di mettersi in auto-isolamento in attesa dei risultati del test, come da precedura”. Stessa sorte per un uomo McLaren, che dopo aver avvertito sintomi influenzali si è auto-isolato per precauzione in attesa di avere la certezza di aver contratto il virus. “Confermiamo che un membro della squadra – ha affermato la McLaren – si è auto-isolato in albergo in maniera precauzionale, in linea con il nostro protocollo, dopo aver accusato sintomi tipici del coronavirus. Aspettiamo il risultato del test, il resto della squadra invece è normalmente al lavoro”.

Nelle prossime 24 ore tutto dovrebbe essere chiarito, ma è normale che adesso la F1 abbia un po' di paura in più. Dopo il caso accertato di un ospite dell'Albert Park Hotel positivo al Covid-19, il Circus aveva già preso provvedimenti annullando la sessione degli autografi e imponendo misure di sicurezza come la distanza di almeno due metri dai piloti per fotografi e giornalisti. In attesa di avere i risultati ufficiali dei tamponi, non il miglior modo di cominciare la stagione.