Gp al Mugello: è ufficiale la F1 correrà in Toscana nel 2020

Gp al Mugello: è ufficiale la F1 correrà in Toscana nel 2020

Si chiamerà il Gp di Toscana Ferrari 1000 proprio per celebrare le mille gare della Rossa quello che si correrà sul circuito toscana il prossimo 13 settembre. E intanto la Formula 1 ufficializza anche il Gp di Sochi 

Redazione

10 luglio 2020

Il Mugello ci sarà, è ufficiale. Finalmente la notizia più attesa per i tifosi del motorsport italiano è arrivata poco prima dell'inzio della sessione delle libere del Gp della Stiria: per la prima volta nella sua storia la Formula 1 arriverà in Toscana. Si correrà il prossimo 13 settembre sul circuito di proprietà della Ferarri e si chiamerà Gp di Toscana Ferrari 1000, proprio per omaggiare le mille gare della Rossa nel Circus.

E non è detto che non ci sia il pubblico sugli spalti perché l'idea che sta prendendo piede in Liberty Media è di riapire qualche tribuna già da Monza, ovviamente con distanziamento sociale e mascherine per assicurare la sicurezza di tutti, se la situazione contagi dovesse rimanere così stabilmente bassa nello Stivale per il 6 settembre.

Il Mondiale F1 2020 avrà quindi per ora due Gp consecutivi in Italia, con la speranza che si possa magari anche arrivare a l'ipotesi tris con un Gp a Imola visto il vuoto nel calendario nei mesi di ottobre e novembre. Mesi che restano incerti e confusi, con un piano tappe ancora aperto e in divenire con le varie opzioni Portimao, Bahrein e Abu Dabi. L'unica certezza è quell che l'intenzione di Carey è di arrivare ad una stagione con 15-18 gare. 

Guarda anche

GP Stiria, le novità al fondo Ferrari

Oltre Mugello anche Sochi è ufficiale

L'annuncio del Mugello comunque non arriva da solo ma con un'altra grande novità: il Gp di Sochi, previsto due settimane dopo la Toscana. Domenica 27 settembre, la Formula 1 quindi tornerà in Cina per la sesta volta. Un annuncio che sembrava impossibile da immaginare fino  atre mesi fa, vista la pandemia coronavirus.

"Siamo lieti di annunciare che Mugello e Sochi faranno parte del calendario 2020 e vogliamo ringraziare tutti i nostri partner per il loro supporto in queste ultime settimane - ha detto Chase Carey, Presidente e CEO della Formula 1 -. Abbiamo avuto un ottimo inizio per la nostra stagione in Austria lo scorso fine settimana e siamo sempre più fiduciosi nei nostri piani di corsa per il resto del 2020.

Il Gran Premio di Russia è un momento importante della nostra stagione e non vediamo l'ora di tornare a Sochi a settembre. Siamo ugualmente entusiasti di vedere una gara di Formula 1 per la prima volta al Mugello, un'occasione che segnerà il 1000 Grand Prix della Ferrari. Entrambe le gare portano il numero attuale di gare a dieci e saranno una grande gioia per i fan, ai quali presto annunceremo le prossime gare del nostro calendario, in via di definizione nelle prossime settimane. Ci aspettiamo che la stagione 2020 possa avere tra le 15 e le 18 gare".

Binotto su di giri:  "Che opportunità i 1000 GP al Mugello"

Felicissimo anche il team principal Ferarri Mattia Binotto: "Poter festeggiare un anniversario straordinario come quello dei mille Gran Premi della Scuderia Ferrari proprio a casa nostra al Mugello è un’opportunità incredibile. L’Autodromo del Mugello non è solamente uno dei tracciati più affascinanti e sfidanti per i piloti e le monoposto ma è anche un’impianto che ha fatto della sostenibilità una sua priorità, un impegno che lo ha portato a raggiungere liivelli di eccellenza in Italia e nel mondo. 

Per me personalmente, il Mugello è legato ai ricordi di tante giornate di test passate insieme alla squadra per cercare di migliorare la monoposto, talvolta sognando di sfidare proprio lì i nostri avversari: pensare che oggi stiamo per vivere su quel tracciato un evento come un Gran Premio - perdipiù il millesimo della nostra storia in Formula 1 – è un’emozione bellissima e non vedo l’ora che quello che allora era un sogno si avveri il prossimo 13 settembre."

 

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi