Terza ed ultima sessione di prove libere del Gp d'Italia che ha visto svettare Valtteri Bottas, al termine di una mattinata che non ha visto il solito uno-due Mercedes, come avvenuto invece per tutto il venerdì. La Ferrari ha chiuso al 11° posto con Leclerc ed al 15° con Vettel.

Leclerc si racconta tra passato, presente e futuro


Le McLaren vanno forte

Il finlandese ha fermato il cronometro sull'1'20"089, primeggiando sulle due McLaren, molto veloci in queste Fp3: Sainz ha chiuso 2° a 229 millesimi, mentre Lando Norris si è portato a casa il terzo tempo a 0"323. Ottime prestazioni anche per Ricciardo, a 0"330 dal vertice, che però, dopo aver fatto segnare il tempo che lo ha piazzato in quarta posizione, ha accusato un problema tecnico (dalle prime impressioni in Renault escludono danni a cambio e motore) che lo ha costretto a parcheggiare in prossimità di Lesmo 1, provocando una bandiera rossa nel finale. Solo 5° Hamilton, con un ritardo di 35 centesimi, e davanti a Verstappen, distante da Lewis di soli 17 millesimi. Curiosamente, l'olandese ha stabilito il suo miglior crono con le gomme medie, senza migliorarsi con le rosse. Dietro a Max ecco Albon, Ocon, Stroll e Perez.

I passi gara delle Fp2

Ferrari, la Q3 sarà difficile

Leclerc è stato nuovamente il primo dei ferraristi con l'undicesimo tempo della mattina, ad otto decimi abbondanti dal riferimento della Mercedes numero 77. Non sarà facile per il Cavallino entrare nei primi dieci, anche perché l'altra SF1000 di Sebastian Vettel ha chiuso al 15° posto, con un distacco di 1"174. Mattinata negativa purtroppo anche per Antonio Giovinazzi, ultimo a 2".