Una Ferrari in quinta posizione in griglia è probabilmente più di quanto i tifosi del Cavallino si aspettassero. Merito di Charles Leclerc, in forma nel sabato toscano del Mugello e capace di artigliare la quinta fila in qualifica.

Vettel: "Non riesco a guidare bene la macchina"

Una boccata d'ossigeno

La bandiera gialla dovuta ad Ocon ha forse aiutato il monegasco a difendere il 5° tempo, ma questo non toglie niente all'ottimo giro che Charles ha compiuto nel suo ultimo tentativo in Q3. Una giornata positiva dunque, che il pilota della Ferrari ha raccontato così: "Veniamo da due fine settimana difficili per tutta la squadra, prima della qualifica pensavo ce la saremmo giocata per la Q3, non pensavo di riuscire a partire quinto. Non credo potessimo fare meglio".

Qualifiche, pole numero 95 per Hamilton

Il feeling con il Mugello

Leclerc è riuscito ad esprimersi al meglio sul tracciato in provincia di Firenze, per delle sensazioni dovute anche alle caratteristiche differenti della pista: "Siamo passati da due piste come Spa e Monza da basso carico a questa ad alto carico. Con la configurazione a basso carico era veramente ma veramente difficile guidare, si passava in fretta da sovrasterzo a sottosterzo, per noi piloti era molto difficile da gestire, mancava confidenza e faticavamo. Stavolta invece il bilanciamento era molto meglio, ero molto contento della macchina, abbiamo lavorato bene e siamo arrivati in qualifica con una vettura che mi piaceva. Adesso dobbiamo trovare la performance pura, che in questo momento ci manca, ma almeno il bilanciamento oggi c'era".

Le speranze per domani

Per domani il monegasco proverà a fare del suo meglio: "Il passo ieri era così così, ma nemmeno pessimo. Vediamo che riusciremo a fare, sicuramente le tre o quattro macchine che sono dietro di noi ieri erano più veloci nel passo gara, il mio compito sarà provare a tenerle dietro, sarà difficile ma ci proverò".