1 di 2

Leclerc, dal piano C alla bandiera rossa


Dare il massimo ma vedersi sorpassare comunque da tutti. Non una bella domenica per Charles Leclerc, nel suo tentativo di portare questa Ferrari più avanti possibile. Di seguito qualche spezzone della corsa del monegasco

F: Ferrari; CL: Charles Leclerc

Leclerc parte molto bene e si porta subito in terza posizione. Sotto regime della safety car, gli viene chiesto di gestire bene le temperature dei freni

F: Safety car in pista. Stai positivo sul delta, stai positivo
F: Bilanciamento di frenata +6, +6
CL: Cosa?
F: Bilanciamento di frenata +6
CL: Chi c'è dietro di me?
F: Stai fuori, stai fuori (gli dicono di non rientare ai box). Dietro di ci sono Albon e Stroll, Verstappen e Gasly sono fuori
F: Abbiamo bisogno di mettere il bilanciamento di frenata sul +6, prova a scaldare i freni

F: Continua a gestire le gomme così, stai facendo un buon lavoro

Dopo qualche passaggio con la safety car, viene chiesto un altro cambiamento che insospettisce Leclerc

F: Bilanciamento di frenata +4
CL: Ma è normale?
F: Sì, è normale. Continua a fare quello che stai facendo
CL: Ok

Arriva l'avviso che la safety car tornerà ai box in quel giro e chiedono a Charles di adeguarsi con il bilanciamento dei freni

F: Safety car in questo giro. Bilanciamento di frenata -7

Pochi istanti dopo la ripartenza, nuova safety car (che diventerà una bandiera rossa)

F: Safety car, safety car. Stai positivo sul delta. C'è stato un incidente sul rettilineo principale
F: Bilanciamento di frenata +7 (altro aggiustamento per la gestione delle temperature in una fase di gara a bassa velocità)

Arriva la bandiera rossa, poi si riparte. Al secondo via Charles tiene la terza posizione, ma di lì a breve comincia un calvario che lo vede essere sorpassato un po' da tutti, mentre le gomme iniziano a perdere prestazione. Da qui la discussione sul piano C, quando Charles è già sceso in 7° posizione. Siamo al giro numero 21

CL: Queste gomme sono una m***!
F: Cosa ne pensi del piano C?
CL: Non abbiamo niente da perdere, siamo troppo lenti
F: Ricevuto, capito
CL: Prendiamo una decisione in fretta
F: Ok, multifunzione posizione Spark, multifunzione posizione Spark ('Spark', letteralmente scintilla, è un parametro che riguarda l'iniezione).
CL: Meno 5 per il piano C (Charles si riferisce alla regolazione da fare durante il pit-stop per quanto riguarda l'ala anteriore)
F: Box adesso, box

Le due Ferrari vanno su strategie differenti, con Charles che si ritrova con gomma media fresca alle spalle di Seb (le due SF1000 sono in 9° e 10° posizione) al giro numero 43, quando viene chiamata in causa la saefty car per l'incidente di Stroll. Leclerc chiede se sia il caso di fermarsi (il monegasco era andato ai box 6 giri prima)

CL: Dovremmo fermarci?
F: Stai fuori
CL: Siete sicuri?
F: Stiamo fuori, stiamo fuori

Vettel va ai box, Leclerc prosegue e guadagna la posizione sul compagno di squadra

F: Dietro abbiamo Russell e Vettel con gomme morbide usate. Se ci fermiamo per mettere le morbide, perdiamo la posizione su entrambi
CL: Ora di sicuro! La sosta andava fatta prima, ormai rimaniamo così, non è una situazione grandiosa ma non voglio perdere la posizione
F: Ricevuto, stai fuori
CL: Sì sì, ricevuto

Arriva però la bandiera rossa, che gioca a favore di Charles: infatti, tutti devono rientrare ai box ed il monegasco così ha la possibilità di cambiare anche lui le gomme senza per questo dover perdere delle posizioni. Di questo è consapevole anche Leclerc, che infatti sottolinea come la bandiera rossa per lui sia un aiuto

F: Bandiera rossa, bandiera rossa
CL: E' stato fatto apposta? Voglio dire, è buono per noi (le parole di Charles sono sarcastiche, a sottolineare che a lui in quella situazione la bandiera rossa fa comodo. Col senno di poi, per lui è stato un vantaggio non fermarsi contrariamente a Vettel, guadagnando così la posizione sulla vettura gemella)
F: Sì, concentriamoci sul nostro lavoro. Bandiera rossa. Andiamo in pit-lane, al momento sei in P8
CL: Quante macchine sono rimaste in gara?
F: 12 macchine rimaste

Sugli ultimi giri di gara dopo la terza ripartenza, poco da dire: Charles non parte bene e nel corso del primo giro lanciato viene passato all'esterno della Luco da Raikkonen (leggero contatto tra i due) e successivamente alla Materassi da Grosjean, sempre all'esterno. Il monegasco si riprenderà comunque le due posizioni, chiudendo 8°, passando il francese in gara e scavalcando Kimi in virtù della penalità di 5” del finlandese. Questo il team radio finale di Charles dopo la bandiera a scacchi

F: accendi lo Slow Button, accendi lo Slow Button (modalità di gestione del dopo corsa). Sei in P8
CL: Ricevuto
F: Hamilton, Bottas, Albon, Ricciardo, Perez,
CL: Poi?
F: Norris, Kvyat, tu P8, Sebastian P10
CL: Ok, ricevuto. Sono contento per Alex (Albon), primo podio. Per quanto ci riguarda, dobbiamo lavorare ragazzi
F: Ricevuto. Sì, lo faremo

Sterzi a parte: La F1 al Mugello? Ha vinto il Mugello!

1 di 2