La sorpresa è relativa nel leggere le previsioni meteo sul week end della Formula 1 al Nurburgring, un GP dell’Eifel con temperature ambientali che nello scenario migliore saranno di 13° C al venerdì, ovviamente con un costante rischio pioggia, accompagnato a un peggioramento che in gara potrebbe portare ad avere appena 7° C di massima.

Sterzi a parte: Il turbo ibrido è il male assoluto

È la variabile principale, insieme a un circuito inedito per la Formula 1 turbo ibrida, alla quale guarda Daniel Ricciardo, con una Renault in forma, reduce da un duplice arrivo a punti in Russia e gli aggiornamenti al fondo e l’ala anteriore promossi. Altro arriverà prima della conclusione ad Abu Dhabi, sviluppi per provare a contendere il terzo posto nel mondiale Costruttori.

“Le previsioni meteo sembrano indicare freddo e pioggia, sarà molto diverso dalle ultime gare nelle quali il meteo è stato caldo. Sarà interessante vedere come si comporterà la macchina in queste condizioni. Nel complesso, considerato il periodo dell’anno, potrebbe risultare un week end imprevedibile e con una gara pazza. Vedremo cosa accadrà”, commenta Ricciardo, che nel 2013 ha fatto in tempo a correre con una F1 al Nurburgring.

L'editoriale del direttore: Aspettando i lampi del Nurburgring

Tracciatura divertente 

I ricordi verranno riscritti da macchine con prestazioni tali da modificare anche l’approccio a diverse curve da velocità medio-alte: “L’ultima chicane è piuttosto divertente perché l’attacchi veloce e salti sui cordoli, con l’uscita di curva piuttosto scomposta. Con le macchine odierne sarà molto veloce, perciò dovrebbe essere divertente e andiamo al Nurburgring con l’intenzione di proseguire sulla serie positiva di risultati in cui siamo”.

Renault dirà la propria nel Costruttori

Per Esteban Ocon il Nurbugring è solo un ricordo delle serie minori, pista affrontata nel 2012 per l’ultima volta: “Gran parte delle squadre e dei piloti ha una qualche esperienza della pista, perciò per un certo verso dovrebbe essere più lineare rispetto a un Mugello e Portimao. Sono contento che il Nurburgring sia tornato, è una gran notizia”.

Non preoccupa il rischio di un week end disputato sul bagnato, anzi: “Il meteo nel nord Europa può essere freddo e bagnato al momento, vedremo cosa accadrà ma penso saremo pronti per tutte le condizioni.

Sarà del tutto diverso per le gomme e nell’assicurarsi che vadano in temperatura per l’assetto. Se dovesse piovere, sappiamo cosa possiamo ottenere: la macchina è andata bene nelle prove sulla pioggia e poi in Austria in qualifica. Bagnato o asciutto ci prepariamo a fare un buon lavoro e assicurarci di continuare su questo stato di forma e dire la nostra nel campionato”.

Campionato che dice McLaren terza con 106 punti, Racing Point quarta a 104 punti e Renault quinta a 99 punti.