L’obiettivo è di tornare in pista per il gran finale di Abu Dhabi, salutare la Formula 1 con l’ultima gara in Haas - ad annunciare martedì Nikita Mazepin quale titolare 2021 -. Romain Grosjean resta ricoverato presso l’ospedale militare di Ar Rifa, nord est di Sakhir, dove trascorrerà un’altra notte, diversamente dall’iniziale prognosi emersa domenica sera, a indicare le dimissioni nella giornata odierna, di martedì.

Sterzi a parte: Quando Halo fa rima con culo

Lo ha confermato Guenther Steiner, a far visita lunedì a Romain.

L’intenzione di esserci a Yas Marina è stata manifestata dal pilota, come spiega il team principal: “Assolutamente sì, il suo obiettivo adesso è di guarire e vuole essere fare Abu Dhabi. I medici sono molto contenti, forse è meglio trascorrere un’altra notte per velocizzare il processo di guarigione, le parole di Steiner a The Race.

Incidente Grosjean: Brawn, lo shock del fuoco e le domande per migliorare

Ieri (lunedì; ndr) era psicologicamente molto stabile e la persona che è con lui oggi dice come sia ancora di ottimo umore e provi solo a migliorare per poter essere in macchina ad Abu Dhabi”. Nel week end del GP di Sakhir sarà Pietro Fittipaldi, pilota di riserva Haas, a sostituire Grosjean, che su Instagram non ha mancato di documentare le fasi del recupero: "Non avrei mai pensato che fare un po' di squat mi avrebbe reso felice. Il recupero fisico procede bene, speriamo sia lo stesso con le ustioni alle mani. Grazie ancora a tutti per i messaggi. Ps.: sono ancora molto lento nel digitare".

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Romain Grosjean (@grosjeanromain)