Miglior sorpasso, autore più volte del giro più veloce e pilota del giorno. George Russell ha fatto di tutto e di più nel GP di Sakhir: sembrava proprio che fossse al volante della W11 da anni invece che da una settimana appena per sostiuire Lewis Hamilton positivo al Covid. Purtroppo però alla fine ha pagato caro la confusione ai box e il caos con le gomme (una media di Bottas montata a Russell, le vecchie hard appena tolte al finlandese rimesse ancora alla vettura numero 77) che i meccanici hanno invertito tra la sua W11 e quella di Bottas.

E con meno di 30 giri al termine, il doppio pit-stop che le Mercedes hanno dovuto eseguire per ristabilire l'equilibro degli pneumatici con lo stesso numero di matrice, per non incappare nelle penalità, purtroppo la rimonta impossibile è rimasta solo un sogno. Un miraggio poi incrinato ulteriormente al giro 79 quando l'inglese è stato chiamato via radio per la quarta sosta dovuta a una foratura. Russell così si è dovuto arrendere al nono posto e lasciare il comando della gara ad un incredulo Perez, risalito alla grande dopo il contatto del primo giro con Leclerc. Nessuno meritava una vittoria più di lui", twitta alla fine il classe '98 facendo i complimenti a Checo.

Leclerc deluso, k.o. al primo giro: "Errore mio, nessun alibi ma Perez mi ha sorpreso"

Fiero e felice, alla fine

Se sono arrabiato e deluso? Se trovo le parole per descrivere quello che provo? E' tutto quello che hai detto tu, Coulthard (l'host delle domande di Sky F1 è l'ex pilota, ndr) - ha detto l'ex pilota Williams oggi sostiuito da Aitken -. Sono felice, sono orgoglioso e sono incredibilmente deluso. Ci sono state delle gare le cui vittorie mi sono state portate via, ma che accada due volte in una sola gara è qualcosa di incredibile. Ma non so cosa dire. A volte purtroppo le gare sono così.

Se posso essere soddisfatto di me stesso visto che tutti lo dicono oggi? Grazie, credo che dobbiate essere tutti voi a dirlo. Io sono arrivato a questo weekend non sapendo come sarei andato anche anche se so di cosa sono capace, ma arrivando all’ultimo minuto è sempre così difficile. Però arrivare così vicino alla pole e poi essere in testa alla gara significa che avevamo tutto sotto controllo. Ovviamente sono felice e fiero di questo”.

GP Sakhir, Verstappen ritirato e arrabbiato: "Leclerc ha esagerato"