La Formula 1 sbarca in Arabia Saudita, in quel di Jeddah, circuito cittadino presentato nelle sue caratteristiche principali. Appuntamento previsto il prossimo 5 dicembre, su una tracciatura di 6.175 metri, la più lunga in assoluto per un circuito cittadino.

Si sviluppa su 27 curve e la progettazione è stata curata dallo studio di Hermann Tilke e da F1 Motorsport. Le prime anticipazioni fornite dicono di un giro da 250 km/h di media oraria, il solito alternarsi di curve lente - tornantini e pieghe a 90 gradi - con allunghi su pieghe appena accennate. L'ampiezza della pista sarà tra i 10 e i 15 metri.

Eventi sportivi per veicolare l'immagine del Regno

Dallo scenario di Ad Diriyah che ha ospitato la Formula E al panorama di Jeddah - 12 km dal centro cittadino, sulle sponde del Mar Rosso - gli investimenti programmati in Arabia sulla Saudi Vision 2030 puntano a sviluppare (e comunicare) una nuova immagine del Regno, slegata dal business dell'estrazione di petrolio. 

Race of Champions, poi Formula E, Dakar, adesso la Formula 1, il Regno Saudita ha investito sugli eventi sportivi e, in particolare, le corse motoristiche: "Il prossimo dicembre sarà un grandissimo momento quando ospitereremo il più importante evento del motorsport. È il prosieguo di un supporto senza fine che lo sport in generale, le corse in particolare, stanno ricevendo da sua altezza reale il re Salman bin Abdulaziz Al Saud e dal principe Mohammed bin Salman. 

Pur essendo la prima volta che ospiteremo un GP di Formula 1, offrire questi importanti eventi internazionali è l'ulteriore conferma del Regno nel gestire e organizzare gli eventi ai massimi standard", il commento del presidente della federazione saudita per il Motorsport, Khalid Al Faisal. Sarà anche un momento particolarmente sensibile, tanto più alla luce di quanto avvenuto in occasione dell'ultimo ePrix a Jeddah, con le tensioni geopolitiche che caratterizzano l'area.

Il meglio di un circuito moderno...

Sul fronte sportivo, Ross Brawn ha dato il benvenuto al Gran Premio di Jeddah, "è sempre entusiasmante svelare i dettagli di un nuovo circuito e il Jeddah Street Circuit non fa eccezione. Abbiamo lavorato da vicino con il team di Tilke e il promoter per assicurarci di avere una pista che offra gare avvincenti ai tifosi, battaglie ruota a ruota, e sfide per i piloti. 

Il disegno della tracciatura tira fuori il meglio di un moderno circuito cittadino ma ha anche aree veloci e scorrevoli, che vedranno possibilità di sorpasso e alte velocità. Lo scenario è incredibile, sul Mar Rosso, non vediamo l'ora di correre a dicembre". 

Al 5 dicembre per un giudizio sul risultato che sarà stato o meno ottenuto.