Come vedono, gli altri, le varie Mercedes, Red Bull, McLaren, è stato ampio oggetto di trattazione del post-test invernali. E la Ferrari? Miglioramenti chiari su riduzione del drag e una power unit accreditata su livelli di potenza ben diversi rispetto a un anno fa - rumours vorrebbero circa 40 cavalli in più -, indizi ai quali sommare le parole dei piloti, Leclerc a dire di un bilanciamento superiore se paragonato alla SF1000.

Nella sfida tra squadre subito a ridotto di Red Bull e Mercedes, registrare una Ferrari terza forza per prestazione prodotta in pista sarebbe già un bel recupero. McLaren, Aston martin, sono emerse come le avversarie più temibili, al netto delle vicissitudini legate all'affidabilità per la AMR21. Helmut Marko ha collocato AlphaTauri dietro alla McLaren, in questa fase. Ecco, dal box del team di Faenza è interessante registrare le sensazioni di Pierre Gasly.

SF21 un chiaro miglioramento

"Penso che la Ferrari si sia in qualche modo nascosta e non abbia rivelato troppo. Rispetto allo scorso anno credo che siano chiaramente migliorati. Ne ho parlato con Charles dopo i test, ci siamo scambiati dei messaggi, abbiamo parlato ma non troppo, solo per provare a farci un'idea", le parole del francese riportate in un'intervista a Stats Perform.

AlphaTauri-Ferrari, differenze ridotte

Secondo i dati analizzati da F1, sui run corti il distacco tra AlphaTauri e Ferrari sarebbe di circa 3 decimi, a vantaggio della AT02, mentre sui run lunghi la SF21 avrebbe un passo di 2 decimi migliore. "Penso che siamo vicini l'uno all'altro, non so se siano loro davanti o noi leggermente, però hanno fatto chiaramente un passo in avanti.

McLaren sembra essere un avversario molto forte al momento, con il motore Mercedes e grazie a un pacchetto competitivo che sembrano essere riusciti a mettere insieme", prosegue Gasly, per poi dire sulle difficoltà Mercedes: "Sappiamo che squadra forte siano e non mi sorprenderebbe vederli chiaramente al vertice".

Alonso, Alpine cerca in pista i dati delle simulazioni