Non è solo una questione di pura potenza, parola di Carlos Sainz. I benefici che McLaren ha dalla fornitura Mercedes della power unit vanno ben oltre e partire dall'installazione in macchina e le relative soluzioni aerodinamiche e migliorie possibili sulla MCL35M rispetto alla MCL35.

Diverse, a fondo, nel fondo e nel disegno del diffusore, intelligente interpretazione della norma del regolamento, sfuggita ai team rivali. Dopo i test in Bahrain, Lando Norris spiega com'è guidare la power unit Mercedes, "nel complesso finora è filato tutto liscio, siamo contenti. Personalmente devo imparare tutti i nuovi manettini e le modalità di funzionamento che hanno, è la cosa principale alla quale fare l'abitudine.

Abbiamo fatto un piccolo passo avanti in molte aree, ne restano ancora alcune sulle quali lavorare e l'abbiamo fatto nei tre giorni con i tecnici Mercedes", riporta Racer.

Ricciardo, questione di feeling: la frenata tornerà super in McLaren

Indicazioni nuove

Il fine tuning possibile nella gestione del motore, nell'abbinamento alla monoposto e alle preferenze dei piloti, è un aspetto sul quale, a dire di Norris, lo scambio di informazioni utili è stato reciproco: "Noi arriviamo da Renault, con una visione nuova, una prospettiva diversa come anche sensazioni, penso siamo stati davvero in grado di migliorare in certe aree e apportare qualcosa. Un rapporto finora molto produttivo tra noi e i ragazzi Mercedes HPP".

Differenze tra team ridotte, AlphaTauri bel guidare

Nel "gioco" tutto invernale dei giudizi dopo appena 3 giorni di test, il pilota inglese non rinuncia a segnalare un team più di altri tra quanti si contenderanno la posizione dietro Red Bull e Mercedes: "Dovremo aspettare la qualifica per sbloccare davvero il potenziale e vedere quello che ha la macchina. L'AlphaTauri è sembrata essere forte, guardando i camera-car e analizzando i dati, sembrano avere una macchina molto competitiva e bella da guidare, buona in tutte le condizioni. L'altro aspetto dai test è che tutti sembrano essere molto vicini, nessuno ha un vantaggio chilometrico. 

Sono ancora test invernali e tutto è un po' nell'aria, non voglio essere quello che dice bene o male di un team per poi essere smentito e passare per un idiota el week end di gara. Sono felice di aspettare e vedere come andrà".

Gasly: "Ferrari si è nascosta nei test, è chiaramente migliorata"