Il GP dell’Emilia Romagna è stato animato dal terribile incidente tra Russell e Bottas al Tamburello.

Nel tentativo di passare Bottas, Russell è finito con le gomme sull’erba bagnata nella via di fuga destra, andando in testacoda e con la macchina ormai fuori controllo ha preso in pieno il rivale, mandando entrambi a stamparsi sul muro.

Bottas contro Russell, la versione di Wolff

La decisione dei giudici

Di chi è la colpa? Russell ha accusato Bottas di essersi spostato, il finlandese ha replicato, accusando il pilota Williams di aver fatto una manovra troppo rischiosa.

Sono intervenuti i commissari, che hanno chiamato i protagonisti, rivisto i filmati e deciso che è stato solo un incidente di gara, dividendo la colpa tra i due e chiudendo la questione senza penalizzare nessuno.

Il comunicato ufficiale

"La vettura 63 [Russell] si è avvicinata alla vettura 77 [Bottas] per passare dopo il rettilineo pochi giri dopo il riavvio, quando il DRS era stato recentemente abilitato. L’auto 77 ha mantenuto la sua traiettoria per tutto l'incidente lungo il lato destro della linea asciutta, lasciando spazio all'auto a destra.

“L'auto 63 si è avvicinata con un vantaggio di velocità significativo. Si è mossa per passare a destra. Man mano che le auto si avvicinavano alla svolta della prima curva, il divario tra loro e il lato destro della pista diminuiva. Nessuna delle due auto ha mai manovrato in modo irregolare.

"La pista non sembrava essere particolarmente bagnata durante la prima curva, ma nel punto di avvicinamento più vicino al lato destro della pista, le gomme del lato destro dell'auto 63 hanno colpito una zona particolarmente umida e l'auto ha sbandato di scatto, mente che l'auto aveva un basso carico aerodinamico nella parte posteriore con il DRS aperto.

"L'incidente è stato un incidente di gara, considerando le condizioni, non ci saranno ulteriori azioni."