Giovinazzi, GP del Portogallo in salita per Alfa Romeo

Giovinazzi, GP del Portogallo in salita per Alfa Romeo© Getty Images

Le prove libere cacciano indietro Alfa Romeo, distante dalle posizioni per le quali ha dimostrato nelle prime due gare di poter competere. Giovinazzi sottolinea il lavoro necessario soprattutto per migliorare la velocità sul giro secco 

Fabiano Polimeni

30 aprile 2021

Non è un buon venerdì per Alfa Romeo, quello mandato in archivio a Portimao. Verso il Portogallo con le premesse di chi punta a far bene, correre in zona punti e concretizzare una velocità espressa in Bahrain e a Imola, Raikkonen e Giovinazzi si ritrovano distanti da avversari come Aston Martin e Alpine, con i bleu sorpresa di giornata. 

Red Bull a Portimao con novità aerodinamiche

Sedicesimo Raikkonen, 1'21"225 nel corso delle prove libere 2, 13 centesimi dietro c'è Giovinazzi, che al mattino ha dovuto lasciare la monoposto a Callum Ilott, nuovo terzo pilota del team. 

Tanto lavoro in vista della qualifica

Antonio segnala la necessità di cambiare pagina soprattutto nella ricerca della prestazione sul giro secco, "è andata un po' meglio sulla simulazione da gara ma dobbiamo fare un buon lavoro stasera perché in qualifica siamo un po' lontani, dietro alla Williams di Russell (3 decimi; ndr); dobbiamo cercare di migliorarla e l'obiettivo domani è quello di entrare in Q2".

Un aiuto dal vento

Il vento ha rappresentato un problema importante per la stabilità dell'Alfa Romeo, fattore che Giovinazzi spera migliori al sabato: "Vediamo domani, sicuramente l'inizio non è stato buonissimo, quanto alla macchina anche Kimi in FP1 non era contentissimo, dobbiamo cercare di fare un buon lavoro stasera e cercare di migliorare al massimo. Domani anche il vento dovrebbe essere minore e potrebbe aiutarci".

I tempi delle prove Libere 2

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi