Con questa fanno due pole position consecutive e nove in carriera. Diversamente a due settimane fa, domani Charles Leclerc si augura di non avere problemi e di provare a difendere in pista il suo miglior giro in qualifica.

La cronaca delle qualifiche

Giro schifoso

Un giro che, a sentire il monegasco, non era stato neanche eccezionale: "Pensavo di aver fatto giro schifoso, in due o tre curve ho fatto degli errori, ma ho avuto una grande scia da parte di una Mercedes nell'ultimo settore che mi ha aiutato. Nel complesso pensavo che sarei stato lì, ma non mi aspettavo che saremmo stati così competitivi. Prima della bandiera rossa stavo migliorando ancora, ma va bene così, abbiamo un'altra pole e sono contento. Spero sia stato un buon risultato anche per Carlos, non ho visto il suo incidente, spero che stia bene".

Sainz: "Ho visto Tsunoda a muro, non sapevo cosa fare"

Sarà dura contro Mercedes e Red Bull

Poi ha proseguita: "E' una bellissima sensazione, peccato ci sia di nuovo una bandiera rossa, spero di farla una volta con una situazione normale. Passo gara? La macchina ha dato buone sensazioni, ma Mercedes e Red Bull penso abbiano qualcosa di più rispetto a noi, soprattutto in gara. Lo abbiamo visto nelle libere 2, sarà difficile per noi, qui non è Monaco e si può superare. Spero di tenere la prima posizione, ma sarà difficile".

Hamilton: "Un disastro fino alle qualifiche, in gara penso andrà meglio"

Sorpresi da noi stessi

In conferenza stampa poi Charles è andato più nel dettaglio: "Non ero tanto contento delle curve 4,5 e 6, però poi uno tra Lewis o Valtteri, non ricordo chi, mi ha aiutato con la scia nell'ultimo settore. Pensavamo di essere al livello della McLaren o forse anche un pochino dietro, li consideravamo i nostri maggiori rivali prima di questa gara, dopo le libere eravamo sorpresi, pensavamo che in qualifica avremmo potuto dare un po' di più ma siamo rimasti sorpresi da quanto siamo andati forte. Sulla gara dico che sarà difficile tenere Lewis e Max dietro, nelle libere 2 nelle simulazioni non eravamo forti né come la Red Bull né come la Mercedes, dobbiamo continuare a spingere domani. Di sicuro non sarà una corsa semplice".