È chiaro come a distanza di pochi giorni non si possa intervenire su problemi strutturali, di progetto, con le limitazioni in essere allo sviluppo. Così, diventa un arginare i fenomeni, nello specifico l'eccessivo graining sofferto in gara dalla Ferrari al Paul Ricard. Mattia Binotto lo ha scandito chiaramente: servirebbero interventi su aree della monoposto congelate nel 2020. 

E Carlos Sainz, al giovedì del GP di Stiria, rivela la reazione prodotta a Maranello: "Sono passati solo tre giorni ed è chiaro che il problema c'è, però è interessante vedere come una grande squadra come questa si metta a lavorare intensamente per analizzare e provare a mitigare il problema".

Fattori da gestire

Limiti noti, quindi, sul comportamento dell'avantreno della SF21. Che fare, quindi, per limitare i danni? Entrano in gioco la caratteristiche dei singoli circuiti, l'impegno più o meno "front limited", con stress prevalente generato sulle gomme anteriori.

Gualtieri, Ferrari: GP Stiria una sfida per la gestione dell'ERS

Entra in gioco la temperatura dell'asfalto, la capacità di controllare la finestra di funzionamento della gomma da parte dell'insieme sospensione-cerchio-aerodinamica anteriore. Molto passerà dalle scelte d'assetto, variazioni che hanno contribuito al Paul Ricard a peggiorare il rendimento sul passo gara rispetto alle valutazioni del venerdì-

"Sono stato coinvolto in questi tre giorni in varie riunioni e discussioni a Maranello, è partito un esame di medio-lungo periodo per risolvere il problema", prosegue Sainz.

"Non è qualcosa che si risolve in tre giorni, perciò restiamo esposti alla possibilità che si ripeta e lavoriamo sodo per mitigarne gli effetti". Medio-lungo periodo vuol dire 2022, una nuova monoposto e nuovo scenario meccanico e aerodinamico con le ruote da 18 pollici.

Intanto, il quadro meteo intorno al GP di Stiria evolve e porta possibilità di pioggia al venerdì e in gara, ma con temperature massime tra i 24 e i 27° C. 

Ascolto aperto

Dalle riunioni a Maranello, con i dati delle simulazioni in mano, relativi al Red Bull Ring, sarà emerso uno scenario chiaro su cosa attendersi. Sul confronto interno al team, Carlos aggiunge: "Ogni volta che parlo sento di essere ascoltato durante le riunioni, ugualmente se propongo un'idea è ascoltata e analizzata, sono aspetti che col passare del tempo potranno solo migliorare"