Alonso: "Zandvoort buona per sperimentare traiettorie"

Alonso: "Zandvoort buona per sperimentare traiettorie"© Getty Images

La particolare tracciatura del GP d'Olanda darà ai piloti più opportunità di variare l'interpretazione delle traiettorie. In particolare su curva 3 e in gara, secondo Alonso. Fernando saluta Kimi: "Un pilota sempre corretto nelle battaglie in pista"

Fabiano Polimeni

3 settembre

Quanto le tracciature dei circuiti siano co-responsabili di gare spesso soporifere, causa assenza di opportunità, anche minime, di sorpasso, è cosa nota. A guardarla dal punto di vista strettamente "scientifico", più volte Lucas di Grassi ha avanzato una proposta di tracciature delle curve a raggio variabile, con più traiettorie possibili e ugualmente valide. Geometria.

Zandvoort accoglie la Formula 1 con un circuito ondulato, molte curve sopraelevate, non solo l'ultima che immette sul rettilineo, di certo estrema per i 19 gradi di massima inclinazione.

Alla ricerca dell'assetto ideale

Si presenta una sfida nuova ai piloti, da interpretare.


Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora
  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi