Secondo in teoria ma primo nei fatti, approfittando della penalità inflitta a Lewis Hamilton. Così sarà Valtteri Bottas a scattare davanti a tutti nel GP di Turchia, con il finlandese della Mercedes chiamato a lottare, ed a contenere il più possibile, Max Verstappen.

Sabato migliore possibile

La Mercedes vista ad Istanbul può permettergli di lottare per una vittoria che a Valtteri manca da più di un anno, precisamente da Sochi 2020. E lui ci proverà dopo delle qualifiche difficili ma nelle quali è riuscito a centrare l'obiettivo di stare davanti a Verstappen: "Sono state delle buone qualifiche in condizioni non semplici, soprattutto nel Q1, e anche nel Q3 c'era ancora un po' di bagnato in curva 1. Comunque ho fatto un buon giro anche se nell'ultimo settore ho perso qualcosa per il sottosterzo, mi sono divertito. Il risultato di squadra è quello che volevamo, Lewis ha minimizzato la penalità mentre io sono in pole, ci va bene. Domani? Io mi concentrerò sulla mia gara, credo sia l'unica cosa che devi fare quando parti davanti, e proverò ad avere un bel passo".