Christian Horner punta il dito contro il motore nell'indicare la superiorità Mercedes vista a Istanbul. C'è dell'altro, però, dietro la mancanza di competitività della Red Bull nell'ultima uscita stagionale. Una macchina in crisi di aderenza al venerdì, dove in pista si è presentata in una condizione decisamente precaria rispetto alla W12.

E' da Zandvoort che non si registra una netta superiorità della RB16, passata poi da due gare - Monza e Sochi - nelle quali ha limitato i danni ben oltre le aspettative in termini di punti, su circuiti teoricamente indicati a favore della Mercedes. Lo è stata Sochi, nelle proporzioni del vantaggio prestazionale.

Mercedes è cresciuta di più

"Sono stati sicuramente più veloci, noi non abbiamo messo tutto insieme e anche sul bagnato è sembrato che avessero del margine. Dovremo esaminare perché non siamo stati competitivi e penso assolutamente che loro abbiamo compiuto un passo in avanti più grande", commentava Verstappen nel dopogara di Istanbul.

Davanti c'è un Gran Premio degli USA dove in passato Red Bull si è espressa bene ma resta una delle "roccaforti" Mercedes, vincente in 5 delle ultime 6 edizioni.

L'editoriale del direttore: Cose turche e Max torna leader

Scalfire Mercedes a Austin

"Austin ha molti passaggi in pieno, l'usura delle gomme è piuttosto alta, ci saranno un po' di cose da analizzare. Forse su altre piste noi potremo andare un po' meglio, ma non sarà mai molto facile. Per tutto l'anno c'è stato un confronto molto ravvicinato, a volte è sembrato forse che noi andassimo un po' meglio, altre che toccasse a loro. Spero solo che delle gare restanti ce ne siano alcune, o più della metà, migliori per noi", dice Verstappen. Città del Messico, poi Interlagos, sono le gare nelle quali andare all'attacco, prima di affrontare due circuiti inediti - Losail e Jeddah - e giocarsi il mondiale ad Abu Dhabi.

"Su questa pista c'era un po' un punto interrogativo e loro sono stati chiaramente davanti a noi. Dovremo fare un passo avanti per essere in lotta fino al termine della stagione", chiosa Max. Un passo avanti da compiere soprattutto lavorando sulla preparazione a monte, del week end.