F1 2021, oltre il titolo: ecco cosa resta da assegnare

F1 2021, oltre il titolo: ecco cosa resta da assegnare© Getty Images

Il discorso iridato tra Hamilton e Verstappen e quello tra Mercedes e Red Bull nel Costruttori catalizzeranno ovviamente l'attenzione degli ultimi due GP stagionali, che però saranno importanti per definire le prime posizioni nella classifica Piloti, le gerarchie interne ed i piazzamenti, con conseguenti premi, tra le squadre

Matteo Novembrini

1 dicembre

C'è dell'altro, oltre alla lotta iridata. Il duello tra Max Verstappen e Lewis Hamilton, tra la Mercedes e la Red Bull, sta ovviamente e giustamente catalizzando l'attenzione di un campionato avvincente, entusiasmante e ancora del tutto aperto. Ma oltre alla battaglia che deciderà il destino dei contendenti al titolo ci sono altri spunti di interesse in coda al mondiale 2021.

GP Arabia Saudita, l'anteprima: benvenuti sul cittadino più veloce di sempre

Piloti: in ballo titolo, podio, 5° posto e confronto interno

Nella classifica Piloti è battaglia in tutte le prime posizioni. Detto di Verstappen ed Hamilton, con Max avanti di 8 lunghezze, resta da decidere il gradino più basso del podio. Valtteri Bottas in questa corsa è in vantaggio su Sergio Perez di 13 punti, con il finlandese della Mercedes avanti 203-190. Dietro di loro, apertissima la lotta per la quinta piazza, quella in cui si classificherà il "migliore degli altri": al momento il 5° posto è nelle mani di un Lando Norris che però ha dilapidato il vantaggio di inizio stagione, e che adesso si trova con appena un punto in più di Charles Leclerc; ora siamo 153-152 a favore dell'inglese. Dietro di loro non molla Carlos Sainz, attualmente settimo con 145,5 punti. In questo duello c'è poi una sfida nella sfida, e riguarda i due piloti Ferrari: sia per Charles che per Carlos finire davanti al compagno di squadra sarebbe un bel traguardo, soprattutto per lo spagnolo, per il quale battere il monegasco a fine anno sarebbe un riconoscimento non di poco conto considerando che per lui questo è il primo anno a Maranello.

Il confronto interno tra compagni di squadra è un argomento stuzzicante anche in casa Alpine ed Aston Martin: tra i francesi Alonso precede Ocon di 17 punti (77 contro 60), mentre nella vecchia Racing Point Vettel è davanti a Stroll 43-34. In questo senso, per il tedesco stanno pesando i 18 punti tolti con la squalifica di Budapest, quando aveva chiuso al 2° posto. In tutte le altre squadre invece il confronto interno è già ben delineato, anche se c'è spazio per una riflessione in casa Haas: sia Schumacher che Mazepin sono a quota 0, con il tedesco avanti in virtù del miglior piazzamento (il 12° posto di Budapest contro il 14° di Nikita a Baku); per loro anche un piazzamento può significare una posizione guadagnata in classifica ed il balzo davanti alla vettura gemella.

L'editoriale del Direttore: Tutti più soli e tristi senza Frank Williams

La situazione nel Costruttori

Lotte aperte anche nella classifica a squadre. Mercedes e Red Bull si contendono il trofeo con la casa della Stella attualmente avanti di cinque lunghezze (546,5 a 541,5). Dietro di loro la Ferrari è ad un passo dall'aggiudicarsi il 3° posto: i 39,5 punti di margine sulla McLaren rappresentano un cuscinetto di notevole importanza, con il team di Woking che ha bisogno di un colpo di scena per ribaltare un pronostico ormai completamente favorevole al Cavallino. Non ancora decisa anche la battaglia per la quinta posizione, sebbene l'Alpine, con i 25 punti complessivi del Qatar, abbia fatto uno scatto in avanti probabilmente decisivo: l'AlphaTauri ha 25 lunghezze da recuperare, un distacco difficilmente colmabile a due gare dalla fine senza grandi colpi di scena. Per le altre posizioni invece la situazione è cristallizzata: l'Aston Martin naviga verso la settima piazza forte dei suoi 77 punti, che la mettono troppo lontana per impensierire l'AlphaTauri (35 i punti da recuperare) ma fuori portata per la Williams, ottava con 23 punti. Il team di Grove alle sue spalle non sente minacciosa la presenza dell'Alfa Romeo-Sauber, staccata di 12 lunghezze. Fanalino di cosa già designato la Haas, ultima con 0 punti. Ricordiamo che ad ogni piazzamento corrisponde un premio in denaro, per cui più su chiude una squadra maggiore sarà la fetta d'introiti che riceverà.

La F1 saluta Frank Williams: ecco i ricordi da Patrese ad Ecclestone

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi