Mohammed Ben Sulayem eletto nuovo presidente della FIA

Mohammed Ben Sulayem eletto nuovo presidente della FIA© FIA

Un passato da rallysta per il presidente della Emirates Motorsports Organisation, eletto al vertice della FIA, successore di Jean Todt, con oltre il 61% dei voti

Presente in

Fabiano Polimeni

17 dicembre

È Mohammed Ben Sulayem il nuovo presidente della FIA. Succede alla presidenza Todt, sviluppatasi su tre mandati - massimo lasso di tempo previsto dalle norme della Federazione internazionale -, in un'elezione che lo ha visto contrapposto all'inglese Graham Stoker. 

Il nuovo presidente della FIA sarà in carica per un quadriennio e ha convinto il 61,62% dei votanti, contro il 36,62% di preferenze andate a Stoker. Astenuto l'1,76% dei votanti.

Sessant'anni, emiratino, Ben Sulayem arriva alla presidenza della Federazione Internazionale dell'Automobile dopo aver guidato, dal 2005, l'autorità sportiva nazionale degli Emirati Arabi Uniti, la Emirates Motorsports Organisation. 

Ex rallysta

Può vantare un trascorso nelle competizioni, nei rally, dove si è cimentato maturando 61 vittorie tra il 1983 e il 2002, oltre a vincere per 14 volte il campionato rally Medio Oriente.

"Sono onorato di essere stato eletto presidente FIA alla conclusione dell'Assemblea Generale annuale a Parigi. Ringrazio tutti i club membri per la loro fiducia e stima. Complimenti a Graham per la sua campagna e per il coinvolgimento nella Federazione. Vorrei esprimere la mia gratitudine infinita, a nome della FIA e dei suoi membri, a Jean Todt per tutto ciò che è stato ottenuto negli ultimi 12 anni.

LEGGI ANCHE - Todt: "FIA troppo permissiva verso le squadre"

Mi impegno a portare avanti l'importante lavoro e far compiere ulteriori passi in avanti al motorsport e alla mobilità", ha commentato Ben Sulayem, nel cui programma FIA for Members compaiono punti programmatici quali il raddoppio della partecipazione globale alle competizioni a motore e un ruolo di guida della FIA sulla tematica della mobilità sostenibile.

Todt, si chiude un'era

Quanto a Jean Todt, nelle ultime settimane indicato a un possibile futuro in Ferrari, nel ruolo di super consulente, l'ex presidente FIA ha commentato: "Si  è chiuso un capitolo e possiamo essere collettivamente soddisfatti dei risultati ottenuti nel motorsport e sulla mobilità sicura e sostenibile, negli ultimi 12 anni.

Vorrei ringraziare calorosamente la mia squadra, l'amministrazione e tutti i club membri della FIA per il loro impegno incondizionato, per il loro entusiasmo e la loro resilienza. Complimenti a Mohammed per l'elezione alla presidenza e auguri a lui, alla sua squadra, alla Federazione per i migliori successi negli anni a venire".

Ben Sulayem ha nominato vice presidente FIA per lo Sport Robert Reid, la vicepresidenza FIA per la Mobilità va a Tim Shearman, mentre è Carmelo Sanz de Barros il presidente del Senato federale. 


  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi