Gran lotta per la pole a Montreal, con Hamilton che "da tutto" e conquista la sua 65esima, eguagliando così Senna in questa statistica. Vettel fa di tutto anche lui ma non riesce ad andare più in là del 2° tempo staccato di 0"330. Quanto i due abbiano "volato" lo fa capire il distacco dato a Bottas e Raikkonen, che si affiancano in seconda fila rispettivamente a 0"718 e 0"793, quando per tutto il resto del weekend i distacchi erano stati molto inferiori.

Perfino le Red Bull che non sono andate male si ritrovano a 0"944 e 1"098 con Verstappen e Ricciardo rispettivamente 5° e 6° in terza fila. Tra "gli altri" ottima prestazione di Massa, che con il 7° tempo (+1"399) riesce a precedere i rivali diretti, vale a dire Perez 8° (+1"559) e Ocon 9° (+1"676) con Hulkenberg a chiudere la top ten staccato di 1"812.

Vedremo ora come si concretizzeranno questi risultati anche in gara, con il GP che partirà domani alle ore 20 italiane, sempre seguito dalla nostra cronaca diretta.

La cronaca "live" con Twitter

(introduzione e link a seguire in coda)

Introduzione

Inizio alle ore 19 italiane (le 13 in loco) per le prove di qualificazione che definiranno lo schieramento del GP del Canada sull'Isola di Notre-Dame, settima prova del Mondiale F1 2017. Qualifiche che come sempre seguiremo con la nostra cronaca diretta mediante il nostro canale specifico @autosprintLIVE.

Nel corso delle prove la pista di Montreal, di 4.361 metri, si è dimostrata più ostica del solito, vuoi per l'asfalto poco aggressivo che rende più lungo mandare "a regime" i pneumatici, vuoi per la facilità con cui è possibile commettere errori che compromettono la prestazione cronometrica (quando non l'intera monoposto…). Non è dunque da escludere che, soprattutto quando ci sarà da dare il "tutto per tutto", i piloti anche di vertice possano cadere vittima di sbagli che modificheranno di conseguenza il risultato finale di queste qualifiche. Insomma, non escludiamo in partenza sorprese anche eclatanti.

Vedremo se lo scarto prestazionale non esagerato tra le varie mescole - ricordiamo che la Pirelli ha portato quelle più morbide in gamma: ultrasoft, supersoft e soft - valutato finora in circa 6 decimi al giro, porterà qualcuno a "rischiare" le supersoft in Q2 in funzione di strategia per la gara; ma per il resto saranno ovviamente preferite le ultrasoft. Ci si aspetta che, una volta ben gommata la pista, queste permettano di scendere fino a 1'11": vedremo, come sempre, durante la nostra cronaca "live" se sarà davvero così.

Questi alcuni link utili per la gara a Montreal:
- i numeri e le curiosità della gara
- le scelte effettuate dalla Pirelli
- le caratteristiche del tracciato
- gli orari TV di tutte le fasi