La teoria di Wolff: strategia Ferrari in Ungheria era obbligata

La teoria di Wolff: strategia Ferrari in Ungheria era obbligata© Getty Images

Il team principal della Mercedes spiega il suo punto di vista sulle scelta della Rossa. L’errore è stato fatto venerdì

2 agosto 2022

L’esito del GP d’Ungheria ha fatto discutere e continuerà a farlo, almeno fino alla ripresa dopo la pausa estiva, quando a Spa si tornerà a respirare l’atmosfera di gara. Mentre Leclerc era in testa e impegnato nel secondo stint sulle medie, in Ferrari hanno deciso di anticipare la sua seconda sosta, per marcare Verstappen, ma montando gomma dura. Scelta che si è rivelata sbagliata e che ha fatto perdere a Leclerc la possibilità di lottare per una potenziale vittoria. La gomma dura, infatti, non aveva prestazione e ha reso necessario un ulteriore stop per montare la soft. Con il risultato che Charles, da primo, ha finto la gara in sesta posizione.

La versione di Wolff

Mossa che, come detto, ha scatenato le reazioni sbigottite di molti, mentre una versione diversa l’ha data Toto Wolff. Per il team principal della Mercedes, Ferrari ha fatto un errore, ma non nel Gran Premio, bensì durante le libere perché: “Penso non avessero altra scelta. Avevano solo le dure, mentre era troppo presto per montare le soft. L’errore l’hanno fatto venerdì, o sabato, scegliendo di non portarsi un altro treno di medie”.


  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi