Domenicali, è tutto Toro quel che luccica

Domenicali, è tutto Toro quel che luccica©  Fuggiano

Dopo cinque mesi alla presidenza Lamborghini Stefano racconta la sua nuova sfida, una prospettiva che è cambiata e nessun veleno verso il passato: "Un periodo straordinario"

Andrea Cordovani

15 agosto 2016

SANT'AGATA BOLOGNESE. Il volto sorridente di Stefano Domenicali è una sorta di manifesto della Motor Valley che sgomma orgogliosa lungo la via Emilia.«Adesso sono cambiate le prospettive, è una sfida tutta diversa », chiarisce subito il manager imolese, classe 1965, ex cestista, ventitrè stagioni a Maranello, una carriera tutta in ascesa alla Ferrari e che, dopo un passaggio all’Audi, si appresta a vivere appieno il suo nuovo ruolo di presidente e amministratore delegato della Lamborghini.

Bisogna salire due rampe di scale e infilarsi tra i corridoi illuminati prima di arrivare al nuovo ufficio del capo, zigzagand


Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora
  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi