La strana storia dell'ultima BRM di Formula 1

La strana storia dell'ultima BRM di Formula 1

Nata P230 in piena era wing car, il parto finale della BRM per i GP di F1, vive una vicenda ai confini della realtà, tra legal thriller, incidenti, restauri e un'inattesa ed entusiastica resurrezione. Questa la trama di un vero e proprio giallo da corsa. 

Presente in

2 dicembre

Legal thriller sull’ultima Brm

E qui scoppia un vero e proprio legal thriller, perché, dopo lo shakedown di Donington, la Brm finisce i quattrini e il papà di Neil Bettridge, creditore dalla Brm stessa dei soldi che aveva speso per finire il telaio, parcheggia la P230 nei capannoni della sua officina a Melksham. Ma cambio e motore appartengono an


Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora
  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi