vremo una prima fila tutta britannica nella seconda manche del DTM sulla pista delle dune, con Jamie Green che ha preceduto di meno di un decimo di secondo il connazionale Gary Paffett. In seconda fila ci saranno Christian Vietoris ed il nostro Edoardo Mortara.
In casa BMW, il migliore è stato Timo Glock, sesto, che ha preceduto il capoclassifica Marco Wittmann.
La sessione è stata interrotta a causa di un insabbiamento di Daniel Juncadella alla curva Master. Nello stesso punto, ieri era finito fuori Augusto Farfus.
A causa di una contusione a un braccio rimediata in una collisione allo start della prima manche, Adrien Tambay precauzionalmente non è stato schierato dall’Audi. Al suo posto, Dieter Gass ha fatto debuttare a sorpresa Renè Rast, ventiduesimo nella prima qualifica.
 Un errore alla esse aveva fatto precipitare Robert Wickens, vincitore della gara d’apertura, in ultima posizione. Uno scatto negli ultimi secondi lo ha riportato al quinto posto.
Vi è stata una forte polemica a seguito della penalizzazione inflitta a Edoardo Mortara nella prima frazione, causata dal una violazione durante una slow-zone. E’ emerso nel dopogara che non c’è stata nessuna infrazione, e che gli stewards erano stati ingannati dal cattivo funzionamento dei sistemi di GPS della federazione tedesca. Purtroppo, la frittata era ormai fatta e ad Edo mancano una decina di punti, che nessuno potrà restituire, in graduatoria generale.
La gara scatterà alle ore 13:40

GARA1: WICKENS ROMPE IL GHIACCIO, WITTMAN ALLUNGA